rotate-mobile
L'operazione della polizia

Inneggiava a Hamas sui social: espulso dall'Italia

Un cittadino algerino 56enne, regolarmente residente a Udine. Indagini coordinate dalla Procura distrettuale di Trieste. Per il Viminale, con la sua presenza nel nostro territorio, era "a rischio la sicurezza nazionale"

UDINE - Un cittadino algerino, residente a Udine, è stato espulso dall'Italia per "motivi di sicurezza nazionale", in seguito a indagini svolte dalla Digos di Udine sotto il coordinamento della Direzione centrale della polizia di prevenzione e della Procura distrettuale di Trieste. Nella serata di ieri, martedì 30 aprile, è stata data esecuzione al provvedimento disposto dal ministro dell'Interno nei confronti di A. B., classe 1968. L'uomo aveva anche precedenti di polizia per violazione della normativa sul soggiorno, ma in quel momento era regolarmente residente sul territorio nazionale. Il 56enne viveva da solo in un appartamento in città e lavorava come operaio per conto di una cooperativa di servizi di pulizie. A seguito delle indagini è stato espulso per il reato di istigazione a delinquere, in ordine alla pubblicazione, su pagine Facebook e canali Telegram, di materiale inneggiante ad Hamas e ai movimenti terroristici legati al conflitto israelopalestinese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inneggiava a Hamas sui social: espulso dall'Italia

TriestePrima è in caricamento