menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Innovation week, Serracchiani: «L'innovazione è fondamentale per crescita e occupazione»

La Regione ospiterà fino a venerdì l'evento che mette a confronto oltre 70 relatori di diversi Paesi sul favorire, accelerare e ampliare l'applicazione delle politiche di supporto all'innovazione

Il Friuli Venezia Giulia, su designazione della Commissione Europea, ospita da oggi fino a venerdì il Macro-Regional Innovation Week: at the crossroads of three European Macro-Regions Danube, Adriatic-Ionian and Alpine Regions, l'evento che mette a confronto oltre 70 relatori di diversi Paesi, chiamati a riflettere su come le macro-regioni possano favorire, accelerare e ampliare l'applicazione delle politiche di supporto all'innovazione.

«Un robusto ecosistema di innovazione è condizione fondamentale per la crescita e l'occupazione», ha ricordato la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani intervenendo, stamane a Trieste, alla sessione dal titolo L'Unione Europea e le regioni d'innovazione. Alla discussione, moderata dal sindaco del Comune di Udine Furio Honsell, hanno preso parte anche Mark Nicklas, in rappresentanza della direzione generale per il Mercato interno, l'Industria, l'Imprenditoria e le PMI della Commissione Europea, l'assessore alla Ricerca e all'Università del Friuli Venezia Giulia Loredana Panariti, l'assessore al Coordinamento delle Politiche europee allo Sviluppo dell'Emilia-Romagna Patrizio Bianchi, nonché Vanja Ivosevic, rappresentante del Regional Cooperation Council, l'organizzazzione che promuove la cooperazione tra le Regioni del Sud-Est europeo.

«Dalla cooperazione rafforzata su scala transnazionale - ha detto Serracchiani - nascono nuove idee e approcci, viene facilitato l'apprendimento e il trasferimento di conoscenze». Ed è proprio in quest'ottica che si è scelto il Friuli Venezia Giulia per organizzare la Settimana macro-regionale dell'Innovazione. La regione è infatti inclusa in due Macro-regioni europee (l'Alpina e l'Adriatico-Ionica) ed è, come ha sottolineato la presidente, contraddistinta dalla presenza di tre Università, quattro Parchi scientifici e tecnologici, oltre a numerose istituzioni scientifiche ed enti di formazione superiore nazionali e internazionali.

«La regione Friuli Venezia Giulia - ha aggiunto - è stata definita a livello europeo, sulla base del Regional Innovation Scoreboard 2016 un forte innovatore. Siamo assieme al Piemonte l'unica regione italiana a godere di questo riconoscimento in un Paese connotato da una dimensione modesta di innovazione».

Poi, soffermandosi sull'importanza delle politiche regionali, Serracchiani ha evidenziato come «proprio la dimensione macro-regionale e la possibilità di avviare una collaborazione transnazionale con altri sistemi regionali di innovazione permette di fondere punti di forza complementari, valorizzare specifiche competenze e raggiungere una massa critica di capacità di innovare necessarie per avere accesso a filiere produttive su scala mondiale».

L'importanza di agire assieme per favorire i processi innovativi a favore della crescita e dell'occupazione è stata ribadita in apertura di lavori anche dal segretario generale dell'Iniziativa Centro Europea (InCE) Giovanni Caracciolo di Vietri, da Alessandra Pastorelli, dell'Unità di Cooperazione scientifica del Ministero degli Esteri, nonché dal direttore della direzione Competenze del JRC, Centro comune di Ricerca, e dal presidente di AREA Science Park Sergio Paoletti.

Proprio AREA e JRC sono infatti i principali organizzatori del Macro-Regional Innovation Week, in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia, il Centro Internazionale di Ingegneria Genetica e Biotecnologie (ICGEB), Elettra Sincrotrone Trieste, l'Associazione Internazionale dei Parchi Scientifici (IASP) e l'Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale (WIPO).

«È iniziata una settimana importante di incontri - ha riassunto l'assessore Panariti - in cui le diverse regioni mettono a disposizione quelle che sono le loro competenze e le loro migliori pratiche, confrontandole tra loro e mettendole a sistema».
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

Festa della mamma: consigli e idee regalo

social

"Buon viaggio 'doc'": l'ultimo saluto di Manuel al medico che gli salvò la vita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento