Cartello fascista in Comune, Polidori: "Prenderò provvedimenti"

Il cartello, segnalato da un cittadino, si trova nell'ufficio economato del Comune in viale Miramare 65. Secondo la testimonianza, è esposto da diverso tempo. Il vicesindaco: "Sentirò chi di dovere per informarmi e risalire agli autori"

Sfondo nero, un'aquila e la scritta "Noi fascisti, le camicie nere di Benito Mussolini": "è con questo cartello che si viene accolti all'ufficio economato del Comune" . A scriverci è un cittadino che ha segnalato la presenza di un cartello che richiama al fascismo nell'ufficio economato del Comune in viale Miramare 65. Il cartello è stato appeso in portineria, dove avviene la consegna dei documenti d'indentificazione. Secondo la testimonianza, è esposto da diverso tempo.

"Sentirò chi di dovere per informarmi e risalire agli autori" ha dichiarato Polidori. " Non possiamo occuparci dell'aspetto penale legato all'apologia del fascismo, ma certamente prenderemo provvedimenti denunciando gli autori".

In Italia l'apologia del fascismo è un reato punito dalla legge Scelba, approvata nel 1952 e dalla legge Mancino del 1993, che punisce i reati di odio e discriminazione razziale e punisce esplicitamente la “esaltazione di esponenti, principi, fatti o metodi del fascismo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Blitz dei Nas in due locali a Campi Elisi, oltre 12 mila euro di multa

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento