Cronaca

Insegnante di sostegno, all'università di Trieste è nato il corso per l'abilitazione

Attivato dal Dipartimento di Studi Umanistici (DiSU) dell'Università di Trieste, il nuovo percorso formativo consente di ottenere l'abilitazione necessaria per partecipare ai concorsi per la figura dell'insegnante di sostegno

Riceviamo e pubblichiamo integralmente

Attivato dal Dipartimento di Studi Umanistici (DiSU) dell'Università di Trieste, il nuovo percorso formativo consente di ottenere l'abilitazione necessaria per partecipare ai concorsi per la figura dell'insegnante di sostegno oggi molto richiesta dalla Scuola italiana. Partito per la prima volta anche a Trieste il Corso di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità nelle scuole secondarie di primo e secondo grado.

Il nuovo percorso didattico, che ha preso il via giovedì 21 gennaio, è stato attivato dal Dipartimento di Studi Umanistici (DiSU) dell'Università di Trieste, e consente di ottenere l'abilitazione necessaria per partecipare ai concorsi della Scuola per la figura dell'insegnante di sostegno. Sono 100 i partecipanti al Corso - 50 per le scuole secondarie di primo grado e 50 per quelle di secondo grado - ammessi a seguito di una impegnativa selezione.

«Gli obiettivi formativi - spiega la Professoressa Elena Bortolotti, Docente di didattica e pedagogia speciale presso il DiSU e Direttrice del Corso - riguardano lo sviluppo di competenze relazionali, pedagogiche e didattiche finalizzate all'insegnamento nelle scuole secondarie e mirate a sostenere il diritto allo studio degli allievi con disabilità». «Sarà un periodo impegnativo di formazione teorico-pratica che, a causa dell'emergenza Covid-19, si terrà via telematica sulla piattaforma MSTeams. Le attività - racconta Bortolotti - si svolgeranno in modo intensivo, impegnando i corsisti ogni pomeriggio e anche il sabato».

«Si alterneranno lezioni teoriche, attività di laboratorio e di tirocinio diretto, quest'ultimo da svolgersi negli istituti scolastici che accoglieranno i nostri studenti. Si tratta - precisa la Direttrice del Corso - di una grande occasione di sinergia di intenti che coinvolge i rapporti tra università e scuole del territorio». La figura dell'insegnante di sostegno oggi è molto richiesta nella Scuola italiana anche in funzione del fatto che continua a crescere il numero di alunni bisognosi di essere accompagnati nel loro percorso scolastico da docenti professionalmente preparati e in grado di favorire l'inclusione e l'integrazione dello studente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insegnante di sostegno, all'università di Trieste è nato il corso per l'abilitazione

TriestePrima è in caricamento