menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto servizio Telequattro

Foto servizio Telequattro

Inseguimento di via Carducci: 22enne agli arresti domiciliari

Il conducente della moto rubata era anche sotto l'effetto di alcol e senza patente

È stato arrestato uno dei due artefici della folle corsa a bordo di una moto da cross di colore bianco e rosso, avvenuta ieri, 7 aprile, in centro. Si tratta di Valentino Prelec, nato in Croazia, classe 1995, residente a Trieste, con precedenti di polizia. Il giovane è stato trovato privo di patente di guida perché mai conseguita, ed è risultato positivo all’etilometro. Il mezzo sul quale è stata tentata la fuga è risultato rubato a Trieste alcuni giorni fa.

Nella tarda mattinata di ieri, alcuni passanti hanno segnalato alla Sala Operativa della Questura i due responsabili i quali, impennando, hanno percorso alcune zone pedonali del centro cittadino. Immediatamente è stato dato l’allarme alle pattuglie ed un equipaggio della Squadra Mobile riusciva ad intercettare il mezzo.

All’altezza di via Carducci, il giovane, resosi conto di essere inseguito dalla Polizia, ha cominciato a compiere diverse manovre spericolate, mettendo a repentaglio l’incolumità di diversi pedoni; il giovane, infatti, ha oltrepassato col rosso diversi incroci di via Carducci – via del Coroneo e via Carducci – piazza Dalmazia, rischiando, peraltro, di collidere con alcune delle numerose autovetture in transito. Sempre tallonato dall’autovettura di servizio, la moto, percorsa via Ghega, ha svoltato in via Roma per poi imboccare contromano la via Geppa e, sempre contromano, via Trento e via Galatti. Vistosi braccato, l’improvvisato pilota ha accostato a sinistra nel tentativo di abbandonare il mezzo e continuare la fuga a piedi.

Nella concitazione del momento, il giovane è caduto a terra con la moto, mentre il complice è riuscito a fuggire facendo perdere le proprie tracce. Il conducente, dopo un tentativo di fuga, è stato intercettato e bloccato. Accompagnato in Questura dalla Volante nel frattempo intervenuta, il Prelec, dopo gli adempimenti di rito, è stato dichiarato in arresto e posto in regime di domiciliari, a disposizione del P.M. di turno, che coordina le indagini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    La zona gialla torna dal 26 aprile: ristoranti aperti anche la sera

  • Cronaca

    Operatori sanitari in piazza contro l'obbligo vaccinale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento