Inseguita da Carabinieri, aizza il cane che azzanna un militare

Nota alle forze dell'ordine e gravata da altri precedenti, la donna di 43 anni è ora agli arresti domiciliari. Ferito alla gamba e al torace uno dei militari

Foto di repertorio

Aizza i suoi cani contro i Carabinieri, uno dei quali viene ferito. L'episodio è successo ieri notte e si è concluso con l'arresto della triestina K. K., di 43 anni,  già nota alle forze dell’ordine per alcuni precedenti, per il reato di resistenza e violenza a pubblico ufficiale. I Carabinieri di Muggia stavano effettuando dei controlli sul territorio quando hanno fermato un'auto con due persone all'interno.

La conducente, K.K., non si è fermata all’alt della pattuglia, costringendo i militari a inseguirla. Dopo qualche centinaio di metri la donna, alla richiesta di esibire i documenti, ha opposto un secco rifiuto, ripartendo velocemente nel tentativo di far perdere le proprie tracce.

Raggiunta nuovamente dalla pattuglia, la donna è stata invitata a scendere dalla vettura e ha iniziato a inveire contro i militari, per poi richiamare i suoi due cani di grossa taglia (dei pastori australiani) che sedevano sul sedile posteriore dell’auto. Uno dei due animali è saltato fuori dal veicolo ed ha azzannato alla gamba e al torace uno dei due carabinieri. 

Approfittando della situazione di vantaggio, la donna ha cercato di darsi alla fuga per la terza volta, a piedi, ma è stata raggiunta dall’altro carabiniere dopo pochi metri, e arrestata. Il Carabiniere è stato medicato al Pronto Soccorso e sottoposto alla profilassi prevista in questi casi. Al termine degli adempimenti previsti e di concerto con la Procura della Repubblica di Trieste, K.K. è stata sottoposta al regime degli arresti domiciliari, dovendo rispondere dei reati di resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

I cani resteranno 10 giorni in osservazione al canile municipale dove verrà verificata l'eventuale presenza di malattie. Al termine, secondo quanto dichiarato dai Carabinieri, torneranno liberi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento