Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Installati tre box autovelox nelle vie "a rischio"

Roberti: «Non si vuole andare a caccia di multe, ma fare in modo che non si corra rischiando di causare qualche incidente»

Come allerta il Comune di Trieste, oggi, 1 dicembre 2017, sono stati installati i box autovelox. Si tratta di tre box arancioni e fissi, sistemati in via Flavia, viale Miramare e via Marchesetti (dove un anno fa ha perso la vita Giulia Buttazzoni), zone dove sono avvenuti incidenti ed investimenti con esiti drammatici. Questi box sono visibili anche di notte e segnalati, non contengono necessariamente gli autovelox e, come sempre, la polizia locale comunicherà di settimana in settimana le vie in cui saranno posizionati i dispositivi. In questo momento la polizia locale di Trieste è in possesso di un solo autovelox, che dispone di volta in volta nelle vie più "a rischio". 

Si ricorda che dalla prima conferenza stampa il Comune, l’assessore alla polizia locale Pierpaolo Roberti e il vice comandante della Polizia locale hanno sempre sottolineato come questa sia un’operazione di trasparenza per rendere più sicure le strade e non per fare cassa. «Lo scopo - dichiara Roberti in un post su Facebook - non è quello di andare a caccia di multe, ma far in modo che non si corra rischiando di causare qualche incidente. Non correte. Tenetevi i soldi in tasca, i punti sulla patente e non rischierete di fare del male a voi stessi e agli altri».

Box autovelox

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Installati tre box autovelox nelle vie "a rischio"

TriestePrima è in caricamento