Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Altopiano Carsico

Intensificati i controlli dei Carabinieri: arrestate tre persone

In particolare un ventunenne in esecuzione di ordine di carcerazione per rapina e lesioni personali è stato arrestato a Fernetti

Nell’ambito dell’intensificazione dei controlli disposti dal Comando Provinciale dell’Arma di Trieste, in vista del Vertice dei Balcani e, più in generale, della stagione estiva, i Carabinieri della Compagnia di Aurisina, competente territorialmente nell’area carsica, hanno attuato una serie di servizi di “retrovalico”, soprattutto nell’area di Fernetti e di Pese, finalizzati a monitorare i flussi in entrata e in uscita dal Paese. Durante le attività, sono state tratte in arresto 3 persone.

Nei pressi del confine di Fernetti, è stato tratto in arresto, in esecuzione di ordine di carcerazione, il cittadino di nazionalità rumena F.A.M., classe 1996, per rapina e lesioni personali. Questi stava cercando di allontanarsi dall’Italia a bordo di un autobus di linea diretto in Romania per sfuggire alla pena della reclusione di due anni e mezzo: era ricercato dall’Autorità Giudiziaria sin dal 2016 poiché autore di una rapina messa a segno a La Spezia.
Al termine delle formalità di rito è stato accompagnato presso il carcere del Coroneo.

Sempre a Fernetti, i Carabinieri hanno tratto in arresto un cittadino di nazionalità russa L.V. classe 1983.
L’intervento dei militari si è reso necessario all’interno dell’autoporto di “Fernetti”, sito nel Comune di Monrupino, già in passato teatro di episodi di violenza ed aggressioni, poiché il soggetto, in stato di ubriachezza molesta, si era rifiutato di lasciare il locale ove si trovava, infastidendo pesantemente le persone presenti.
A seguito dell’intervento dei Carabinieri e di personale della Polizia di Frontiera, ha aggredito anche questi ultimi con calci e pugni. Bloccato prontamente dagli operanti e tratto in arresto, è stato portato presso il Comando di Aurisina ed al termine degli accertamenti di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale di Trieste, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

A Duino, infine, è stato arrestato un altro cittadino rumeno, T.S. classe 1991, destinatario di una misura di carcerazione per aver violato (per ben 19 volte) il divieto di non ritorno nel comune di Roma.
Nella stessa circostanza, alla sorella dell’arrestato, T.M. classe 1992, è stata notificata la misura della Sorveglianza speciale con divieto di ritorno nel comune di Roma, a seguito di condanne per numerosi borseggi e furti su bagagli commessi nelle stazioni ferroviarie della Capitale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intensificati i controlli dei Carabinieri: arrestate tre persone

TriestePrima è in caricamento