International Talent Support: i vincitori del contest

Ricchi premi e grandi opportunità per i giovani vincitori di ITS, la piattaforma per i talenti emergenti della moda. Nel 2020 arriva l'Arcademy

Si è conclusa ieri, 12 luglio, la 17esima edizione di ITS (International Talent Support), concorso di moda dedicato allo scouting dei nuovi talenti. Modelle e modelli hanno sfilato al Magazzino 42 indossando le creazioni dei ventidue finalisti provenienti da tutto il mondo. Sincerità, amore, purezza, verità: sono state queste le parole chiave di quest'anno. Ma anche sostenibilità, per non dimenticare mai uno dei temi più importanti: l'ambiente. Ancora una volta il cuore rosa di ITS, il celebre premio di design, è stato assegnato a coloro che sono riusciti a vedere oltre, distinguendosi per la loro creatività e visione. Un premio che non rappresenta solo un riconoscimento, ma una vera e propria opportunità per il futuro.

Il premio ITS Award (Allianz e Pitti Immagine) è stato assegnato al cinese Daouyan Ding. Il giovane stilista ha vinto 15.000 euro e un tirocinio di un anno nella casa di Pitti Immagine. Ding ha anche vinto il Tomorrow Entrepreneurial Creativity Award che lo porterà al Tomorrow Le Palais Showroom di Parigi.

Va ai gioielli della fashion designer Corrina Goutos l'ITS Sustainability Award (3.000 euro) per la scelta dei materiali di scarto utilizzata per le sue creazioni, e la menzione speciale di Vogue Talents.
Ben due premi a Rafael Kout dalla Svizzera che si è portato a casa il Diesel Award, 10.000 euro e stage con Renzo Rosso, e il Lotto Sport Award, stage di tre mesi con il brand e la possibilità di realizzare una capsule collection.

OTB Award all'australiana Annaliese Griffith-Jones, che si è aggiudicata 10.000 euro e una collaborazione con uno dei marchi del Gruppo. Premio CNMI- Camera Nazionale della Moda Italiana (5.000 euro) alla britannica Moon Hussain che giovedì 11 luglio si è distinta ricevendo anche il premio Coin Excelsior. Il premio Illy, dal valore di 10.000 euro, è stato assegnato al cinese Jiaen Cai.

Nel corso della serata Barbara Franchin, fondatrice del celebre contest, ha ricordato il lancio della ITS Arcademy. Nel 2020 è prevista infatti l'apertura di uno spazio di ricerca e formazione dedicato a professionisti e talenti emergenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento