menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Internet Day, Fvg leader in Italia per banda larga

Bilancio positivo tracciato nel corso della giornata "smart" di questa edizione di "Internet Day" che registra un importante quadro di aggiornamento dello stato del digitale in Friuli Venezia Giulia, e

Nel contesto nazionale il Friuli Venezia Giulia si pone ai primi posti per accesso alla banda larga, utilizzo di Internet e servizi online forniti dalle Pubbliche amministrazioni. Si tratta di un risultato non irrilevante, dato che è la seconda regione più "vecchia" a livello italiano e ai primi posti anche a livello europeo per popolazione con più di 65 anni. L'età è infatti uno dei fattori maggiormente discriminanti, ad esempio nell'utilizzo di Internet. 

Anche in merito al rapporto tra imprese e tecnologie digitali il Friuli Venezia Giulia si pone ai primi posti a livello nazionale ed è terza, dopo Lombardia e Lazio, per specializzazione del sistema produttivo regionale, ovvero per rapporto tra imprese attive nei servizi Ict e totale delle imprese del terziario. In questa graduatoria, inoltre, ben due province regionali risultano tra le prime dieci in Italia: Trieste (quarta) e Udine (decima). Il settore dei servizi Ict risulta particolarmente brillante dal punto di vista della creazione d'impresa, in quanto negli ultimi anni, a fronte della diminuzione generale delle aziende attive in regione (-7%), l'Ict presenta una sensibile crescita della base produttiva (+5,3% tra 2009 e 2015).

È questa la fotografia dello stato della cultura digitale in Friuli Venezia Giulia emersa oggi nel corso dell'evento principale di Internet Day, giornata "smart" dedicata al trentennale dell'arrivo della Rete in Italia, e che prevede più di 150 eventi per le scuole, le pubbliche amministrazioni e per cittadini e cittadine, organizzati da Regione e Insiel con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei ministri.

A due anni dal successo del Digital-day del 5 maggio 2014, si tratta dunque di un importante quadro di aggiornamento dello stato del digitale in Friuli Venezia Giulia, e, in particolare del piano regionale per la Banda Ultra Larga e dell'evoluzione della rete pubblica Ermes. L' "idfvg" è stato infatti organizzato dall'amministrazione regionale come un'occasione per diffondere un bilancio delle iniziative avviate nel 2014 e per coinvolgere più settori della realtà istituzionale e sociale mettendoli in connessione, ha sottolineato la presidente Serracchiani, ricordando che proprio domani la Regione Fvg sarà la prima in Italia a firmare con il Miur, presente alla stipula il ministro Stefania Giannini, un accordo di programma sulla scuola digitale.

Un impegno che responsabilizzerà in modo più stringente a coprire quelle lacune ancora presenti in un settore così strategico come quello dell'istruzione. Nel ricordare il lavoro della Commissione speciale per l'Agenda digitale che opera nell'ambito della Conferenza Stato- Regioni, invece, Panontin ha dato conto del primo risultato importante raggiunto con l'accordo quadro con il Mise che definisce importanti risorse per l'infratturazione del territorio e che destina, per il Friuli Venezia Giulia ben 86 milioni di euro che si aggiungono alle risorse regionali già stanziate pari circa a 15 milioni di euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento