menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Por-Fesr: oltre 18 milioni di euro per gli investimenti tecnologici

I contributi previsti riguardano interventi di efficientamento energetico nelle residenze per anziani e nelle scuole, ma anche per supporto alle imprese

Interventi di efficientamento energetico nelle residenze per anziani e nelle scuole, ma anche per supporto alle imprese (tra cui quelle del mobile) tramite garanzie e contributi per gli investimenti tecnologici.
Sono queste le direttrici lungo le quali la Giunta, su proposta del vice presidente della Regione, Sergio Bolzonello, ha incanalato gli oltre 18 milioni di euro messi a disposizione del Programma operativo regionale-Fondo europeo di sviluppo regionale (Por-Fesr) dalla Legge regionale 37, recentemente approvata.
Una decisione che, secondo Bolzonello, renderà «più efficace l'azione dei bandi specifici, garantendo il finanziamento di un numero maggiore di progetti e consentirà di accelerare la spesa verso gli obiettivi assegnati dall'Unione europea».

Sulla base di un'analisi dello stato di attuazione del Por e delle potenzialità di assorbimento delle graduatorie già approvate alla Direzione centrale salute sono stati assegnati 11.804.115,12 euro per lo scorrimento dell'intera graduatoria relativa agli interventi di efficientamento energetico a favore di ulteriori 13 residenze per anziani non autosufficienti.
Analogamente 4.333.631,92 euro sono stati assegnati alla Direzione centrale infrastrutture per ultimare lo scorrimento della graduatoria di questo tipo di interventi negli edifici scolastici, finanziandone così complessivamente 17.
Inoltre, come ha sottolineato il vice presidente della Regione, 1.095.394,20 euro di risorse aggiuntive «è stato destinato al mondo delle imprese, potenziando il bando sugli investimenti in servizi e tecnologie innovative nell'ambito dell'Information communication technology (Ict) attuato tramite le Camere di commercio. L'elevato numero di domande pervenute ha dimostrato il rilevante interesse delle aziende del Friuli Venezia Giulia verso tale opportunità, quindi abbiamo ritenuto utile aumentare la dotazione finanziaria per soddisfare un maggior numero di richieste».

Infine, è ormai prossima l'operatività della Sezione Por Friuli Venezia Giulia presso il Fondo centrale di garanzia per le Piccole e media imprese, con una dotazione aggiuntiva pari a 1.248.805 euro, che consentirà l'attivazione di tutte le risorse del Fondo senza attendere il 2018.
«Un'azione quest'ultima - ha chiarito Bolzonello - in continuità con le precedenti assegnazioni di fondi aggiuntivi, che ora consentono di aumentare di 600.000 euro le risorse a disposizione dei beneficiari del bando dedicato all'Area di crisi del mobile, il quale ha dato un riscontro oltre le aspettative. L'impegno della Regione risponde quindi pienamente alla strategia di crescita, occupazione e sostenibilità perseguita dal Por-Fesr».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, il Friuli Venezia Giulia rimane in zona gialla

  • Cronaca

    Porto vecchio: variante urbanistica nell'Accordo di programma, sì agli investimenti

  • Cronaca

    Tornano 'Covid free' 15 posti letto a Gorizia, Riccardi: "Segnale positivo"

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

  • Arredare

    Letto con box contenitore: modelli, costi e vantaggi

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento