Cronaca Istria e Litorale

Isola, uccide il padre a martellate e poi lo decapita

Il figlio 31enne soffriva di gravi problemi psichici: a trovare il corpo dell'uomo è stata la moglie che ha poi avvertito la Polizia

Un uomo di 31 anni ha ucciso il padre di 59 anni a martellate e poi lo ha decapitato. A scoprire il cadavere, ieri sera tardi, nella casa nella quale vive la famiglia, a Isola sul litorale sloveno a poche decine di chilometri dal confine con l'Italia e da Trieste, è stata la mamma del ragazzo, che rientrando ha trovato il corpo esanime del marito e ha chiamato la Polizia lanciato l'allarme.

Ne da notizia il Primorski Dnevnik riferendo che la donna ha chiamato la Polizia per intervenire, dopo aver rinchiuso dentro casa il figlio omicida; secondo le prime indiscrezioni e ricostruzioni il ragazzo soffriva di disturbi psichici e in passato era stato ricoverato due volte in modo forzato ma fino a ora non aveva commesso atti violenti e risulta incensurato.

Sembra che l'omicida avesse chiamato la Polizia poche ore prima del gesto per annunciarlo: «Tra due ore commetto un omicidio», avrebbe dichiarato al centralino. Ancora non è chiaro se la morte sia avvenuta per i colpi ricevuti alla testa o per la decapitazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Isola, uccide il padre a martellate e poi lo decapita

TriestePrima è in caricamento