Cronaca

Scuola, dalla Regione parte il piano di programmazione e orientamento

L'incremento del tasso d'istruzione per giovani e adulti per incrementare l'occupabilità

Aumentare nei giovani e negli adulti il tasso di istruzione, e quindi di occupabilità, coerentemente ai fabbisogni professionali, superando la frammentazione delle proposte formative e coinvolgendo attivamente gli enti locali e i soggetti sociali ed economici del territorio.

Questo l'obiettivo di fondo del Programma triennale delle attività di orientamento 2016-2018 approvato oggi dalla Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia su proposta dell'assessore alla Formazione e Istruzione Loredana Panariti. 

L'orientamento è un dispositivo inserito all'interno della strategia dell'Amministrazione regionale, dove gli ambiti nei quali operare sono quelli dell'innalzamento della qualità della vita delle persone, del miglioramento del sistema scolastico e formativo del Friuli Venezia Giulia e, infine, quello della realizzazione di una società regionale realmente inclusiva.

A tal fine sono state definite quattro aree tematiche su cui operare: la governance territoriale dei servizi, l'istruzione, l'apprendimento permanente e l'inclusione sociale.

Nel Programma gli interventi legati alle diverse aree tematiche vengono descritti sotto forma di schede, evidenziando per ciascuno di essi le caratteristiche generali, gli obiettivi specifici, le azioni, i beneficiari degli interventi, i soggetti attuatori, gli indicatori di risultato e le possibili correlazioni con il territorio.

La realizzazione degli stessi interventi è affidata, all'interno dell'Amministrazione regionale, all'Area istruzione formazione e ricerca, con il supporto, fra gli altri, dei Centri di orientamento e dell'Agenzia regionale per il lavoro, attraverso le strutture dei Centri per l'impiego, del collocamento mirato e del servizio Eures FVG.

Il documento di programmazione trova fondamento nella legge regionale 29 maggio 2015, n. 13, la quale prevede in primo luogo che la Regione eserciti le funzioni in materia di programmazione, indirizzo, coordinamento, monitoraggio dei servizi di orientamento permanente ed erogazione di specifici servizi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, dalla Regione parte il piano di programmazione e orientamento

TriestePrima è in caricamento