Cronaca

Istruzione, Serracchiani: «Scuole bilingue regionali, necessaria tutela e valorizzazione»

La presidente della Regione, Debora Serracchiani, ha presenziato alle manifestazioni per il trentennale dell'Istituto comprensivo statale con insegnamento bilingue sloveno-italiano di San Pietro al Natisone

La presidente della Regione, Debora Serracchiani, ha presenziato alle manifestazioni per il trentennale dell'Istituto comprensivo statale con insegnamento bilingue sloveno-italiano di San Pietro al Natisone. Alle celebrazioni era presente il ministro per gli Sloveni all'estero, Gorazd Zmavc, la deputata Tamara Blazina, l'assessore regionale all'Istruzione, Loredana Panariti e l'assessore regionale alle Risorse agricole, Cristiano Shaurli.

«Questa ricorrenza ha un significato importante non soltanto per questo territorio ma per tutto il Friuli Venezia Giulia» ha affermato Serracchiani. "Abbiamo il dovere di proteggere lo straordinario patrimonio culturale rappresentato dalla ricchezza delle tante lingue che parliamo nella nostra terra". Secondo la presidente, "come Regione abbiamo fatto la nostra parte garantendo i fondi che permetteranno di intervenire sull'edificio scolastico e metterlo in sicurezza, per i prossimi 30 anni e anche di più». Serracchiani-2

Intervenendo nel corso delle celebrazioni, la presidente della Regione ha ringraziato il ministro Zmavc per la sua presenza: "Ci incontriamo spesso, a dimostrazione degli ottimi rapporti tra noi e la Repubblica di Slovenia; la ricostituzione del Comitato congiunto bilaterale lo conferma, garantendo un luogo di dialogo non solo istituzionale ma che consente di compiere continui passi avanti sul piano culturale".

In questo senso, secondo Serracchiani «i primi 30 anni della scuola bilingue di San Pietro al Natisone rappresentano un traguardo importante ed è giusto ringraziare chi nel corso degli anni ha lavorato per questo istituto, anche quando l'investimento nelle politiche linguistiche, che rappresentano una ricchezza e sono fondamento della nostra specialità, non erano un patrimonio comune. L'impegno di insegnati, allievi, genitori e amministratori - ha concluso la presidente - ha permesso di arrivare a questo traguardo a dimostrazione dell'importanza del lavoro di squadra». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istruzione, Serracchiani: «Scuole bilingue regionali, necessaria tutela e valorizzazione»

TriestePrima è in caricamento