rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
La generosità

L'Ucraina chiama e Trieste risponde, arrivato a Kharkiv il quinto carico di aiuti

Oltre una tonnellata di aiuti alimentari e quattro generatori sono giunti a destinazione grazie alla solidarietà dell'associazione Amici del Cuore, dei colleghi di City Sport, dell'Associazione CSI onlus e della parrocchia di Valmaura, oltre alla generosità di tantissimi concittadini

KHARKIV (Ucraina) - Cinque spedizioni umanitarie ma l'ultima, senza dubbio, la più complessa. Trieste, ancora una volta, ha risposto presente all'appello lanciato dall'Ucraina e proprio durante le festività natalizie è partito dalla nostra città un carico di aiuti verso l'est del Paese. A beneficiare della generosità dei triestini e del lavoro encomiabile degli Amici del Cuore, capofila del progetto, della testata giornalistica City Sport, dell'Associazione CSI onlus, della parrocchia di Valmaura e di tanti concittadini che hanno aderito con cospicue donazioni è stata soprattutto la città di Kharkiv, dove ormai da diversi anni è in atto una collaborazione in ambito culturale con Trieste.

E' qui che sono arrivati quattro generatori di corrente, fondamentali in questi mesi in cui i black-out sono ricorrenti a causa dei bombardamenti russi sulle infrastrutture energetiche, ma anche una tonnellata e mezza di generi alimentari, prodotti per l'igiene, pannolini e vestiti per l'inverno. Proprio in questi giorni la colonnina si sta abbassando sensibilmente e per il week-end sono previsti 15 gradi sotto zero. Gli altri due generatori sono andati a coprire i fabbisogni di altre strutture per rifugiati all'interno del Paese. La spedizione, seguita sul posto dai volontari triestini, è stata resa ancora più complicata dagli attacchi perpetrati a Capodanno ma nonostante i missili caduti su Kiev e su altre città ucraine gli aiuti sono giunti a destinazione. E già si lavora per il prossimo viaggio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Ucraina chiama e Trieste risponde, arrivato a Kharkiv il quinto carico di aiuti

TriestePrima è in caricamento