rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca

L'Alabarda Pallamano Opicina festeggia i primi due anni di attività

12.43 Dall'Adriatic Handball Cup al settimo posto in Serie B, senza dimenticare i più giovani: il resoconto di questi primi 730 giorni

9 ottobre 2012, 9 ottobre 2014: la Asd Alabarda Pallamano Opicina festeggia i suoi primi due anni di attività sportiva. Ricorrenza importante quella festeggiata ieri in casa Opicina, utile ed indicativa anche per tirare le somme di questi primi 730 giorni di vita.

ATTIVITÀ SPORTIVA Due anni fa l’avventura della Pallamano Opicina prese inizio con il proposito di proporre e diffondere il “verbo” della pallamano sul territorio, nella fattispecie quello relativo all’Altopiano Carsico. Nel 2012 la Asd Pallamano Opicina partì senza una vera e propria Prima Squadra, che prese forma solamente con l’arrivo del nuovo anno, ereditando buona parte della rosa facente parte dell’Alabarda Handball Team Trieste. Con una base di non più di sedici giocatori e con Davide Nait in panchina, l’Opicina iniziò il suo percorso sportivo. Tra febbraio e marzo 2013 la Società contribuì in maniera sensibile all’istituzione della “Adriatic Handball Cup”, torneo riconosciuto in ambito federale, promotore dell’idea di un vero e proprio campionato regionale pallamanistico. La compagine dell’Opicina sbaragliò la concorrenza della Pallamano Trieste B e della Pallamano Campoformido, chiudendo da imbattuta la kermesse. L’ottimo risultato ottenuto permise allo staff dirigenziale di poter lavorare al progetto del ritorno di una compagine giuliana nel campionato cadetto. E fu così che nell’estate 2013 l’Opicina si rimboccò le maniche per portare a compimento tale progetto, iscrivendo la squadra alla Serie B interregionale (naufragò infatti l’ipotesi dell’istituzione del campionato cadetto nel solo Friuli Venezia Giulia). Gare casalinghe al PalaCova di via degli Alpini, Marco Sardoc in panca e squadra pressoché confermata, con l’aggiunta di qualche prezioso puntello, questo il menù dell’Alabarda 2013/2014, alla sua prima partecipazione assoluta in un torneo cadetto. Dopo una partenza difficoltosa, l’Opicina riuscì a rialzarsi chiudendo il girone d’andata all’ottavo posto. Piazzamento che fu migliorato nel corso della seconda parte della stagione. Per l’Alabarda settimo posto finale, ad un soffio dalla sesta piazza, con uno score di 24 punti complessivi. Chiusa la sua prima stagione tra i cadetti, in estate la dirigenza ha formalizzato l’iscrizione alla Serie B 2014/2015. Per questa seconda avventura tra i cadetti, la Società ha optato per l’arrivo in panchina di Roberto Laurini, tecnico che vanta un’esperienza quasi quarantennale sui campi di handball del Triveneto. Tra il 25 e 26 ottobre l’inizio del campionato 2014/2015.

ATTIVITÀ GIOVANILE Inizialmente l’Opicina strinse una collaborazione con due tra i più importanti istituti dell’Altopiano Carsico, nella fattispecie gli Istituti De Tommasini e Kugy, con l’obiettivo di iniziare a diffondere sul territorio la disciplina della pallamano. Nella stagione successiva la Pallamano Opicina si mise… “in proprio” organizzando dei veri e propri corsi formativi pallamanistici, il tutto presso le importanti e valide strutture del Centro Sportivo Internazionale di Opicina. Dopo un inizio incerto, l’attività prese piede, tanto che in primavera la Società riuscì ad organizzare una serie di test amichevoli ravvicinati, special modo con i pari età della Pallamano Trieste. Stesso format anche per quel che concerne l’inizio della stagione agonistica 2014/2015. Ad inizio settembre sono ripartiti i corsi formativi, grazie ad un’importante lavoro d’équipe. Palestra Comunale di Sgonico (al lunedì dalle 16.30 alle 18.30) e Palestra dell’Istituto De Tommasini (mercoledì dalle 16.30 alle 18), le location e gli orari dei corsi di pallamano attualmente in corso.

COMPAGINE VETERANI Anche di una compagine Veterani può disporre la Pallamano Opicina. Un modo per dare sfogo agli istinti pallamanistici di quegli atleti che vorrebbero ancora indossare con regolarità scarpette, maglietta e calzoncini, nonostante l’età avanzi, ma anche utile alla diffusione del “brand”  Pallamano Opicina all’estero. Con cadenza trimestrale la compagine Veterani dell’Opicina, grazie anche al sodalizio con il Kras di Sgonico, partecipa infatti a tornei internazionali di categoria organizzati in paesi quali Slovenia, Croazia, Serbia e Bosnia Herzegovina.

COPERTUTA MEDIATICA Probabilmente la scommessa più grande di questi primi 730 giorni. E sino a questo momento con saldo ampiamente positivo. Fin dai primi giorni di vita, l’Alabarda Pallamano Opicina ha potuto contare su un sito internet. Sito che nel corso dei mesi e delle stagioni sportive ha potuto contare su una sempre maggiore affluenza. 10.329 le visite catalizzate nel solo 2013, con un picco di 2227 nel solo mese di novembre. Risultati confermati e addirittura migliorati nel 2014. Ad oggi le visite sul nostro sito web sono 16.334 (+58,13% rispetto al 2013), con una media mensile che staziona sulle 1730 visite. Dati importanti, che vanno sommati alla Fan Page fondata su Facebook il 24 ottobre 2013. Un vero successo la pagina presente sul Social di Mark Zuckerberg. 447 le persone che sino ad ora hanno cliccato il fatidico “mi piace” su https://www.facebook.com/ASDPallamanoOpicina. Il tutto con una copertura dei post sempre più in espansione. Sito, Fan Page di Facebook e… Twitter. Sì perchè dal 20 marzo 2014 la Asd Pallamano Opicina può anche contare su un account twitter (@PallOpicina), che al momento può vantare 242 following e 52 follower. Copertura mediatica che ha anche permesso una sempre crescente affluenza al PalaCova per le gare interne dell’Alabarda Opicina. Nella memoria di tutti è ancora ben presente il ricordo della splendida cornice di pubblico presente nel derby regionale con l’Handball Team San Vito che chiuse i battenti della stagione 2013/2014.

PROPOSITI FUTURI Tralasciando per un momento i meri risultati sportivi (va detto che l’augurio è quello di migliorarli), la Asd Alabarda Opicina ha sposato due importanti mission. La prima riguarda l’attività giovanile. La Pallamano Opicina sta infatti vagliando la concreta possibilità di iscrivere una sua compagine al torneo regionale Under 12. Decisione che verrà presa entro e non oltre la fine del mese corrente. La seconda, invece, riguarda l’assetto societario. Questa estate il consiglio direttivo ha infatti portato avanti l’idea di far sì che giocatori e supoorter potessero sostenere in prima persona la Società (per informazioni visita l’apposita area soci, ecco il link: http://pallamanopicina.wordpress.com/societa/area-soci/ ), sorretta sino adesso dall’inossidabile partner storico della pallamano giuliana, quale l’Alabarda Onoranze Funebri Alabarda, e più concretamente nelle persone di Diego Toffolutti e Michele Semacchi. L’idea è quella di far sì che le persone che hanno cuore le sorti dell’Alabarda Opicina possano diventare soci della Società. La ASD Pallamano Opicina, in chiusura, si augura (anche all’ausilio di attività collaterali) di poter avvicinare a sé un sempre maggior numero di appassionati e sostenitori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Alabarda Pallamano Opicina festeggia i primi due anni di attività

TriestePrima è in caricamento