Cronaca

La Democrazia Cristiana si ripresenta a Trieste

Il neo movimento “Democrazia Cristiana Storica” si è presentato alla cittadinanza sabato mattina, nella splendida cornice Caffè San Marco, rivelando in anteprima nazionale il simbolo, i delegati nazionali e il sito internet

Il neo movimento “Democrazia Cristiana Storica” si è presentato alla cittadinanza sabato mattina, nella splendida cornice Caffè San Marco, rivelando in anteprima nazionale il simbolo, i delegati nazionali e il sito internet  ( www. confrancesco.com- FB democrazia cristiana storica) 

Il partito “Democrazia Cristiana Storica” è un coordinamento di movimenti di volontariato ed associazioni culturali, sociali, professionali, imprenditoriali ispirati ai valori e alle parole espresse da Papa Bergoglio, figura carismatica e vera forza di cambiamento esistente.
Un contenitore di idee, che superi il modello fallimentare leaderistico attuale, rivolgendosi al popolo attraverso la sussidiarietà  politica e i valori cristiani.
Un movimento che vuole rappresentare il “Terzo Stato”, ossia tutta quella classe sociale che oggi non è  appresentata e tutelata, giovani e non, che non si arrendono alle difficili situazioni  socio- economiche e politiche, proponendo una nuova classe dirigente non FOTO-2contaminata da interessi e personalità politiche che si sono rivelate inefficienti all'interno del complesso  politico italiano. 

«Il panorama politico italiano  – ha asserito Francesco Crocensi ( delegato nazionale Lazio) -  ha bisogno di un sistema dove non conti solo il contenitore: non vogliamo fare una amarcord della Dc  vogliamo però ispirarci ai suoi valori - continua Crocensi - E' la prima volta che un Santo Padre entra a gamba tesa nella politica italiana trovando il vuoto nei politici attuali. Il nostro obbiettivo è seguire il Pontefice come nostra guida morale per rilanciare i suoi dettami e metterli a disposizione dei cittadini».

«La famiglia è un vero è proprio ponte tra società e Stato, è quell'anello di congiunzione senza il quale la società  stessa verrebbe meno - ha spiegato Luigi Martina ( segretario amministrativo DC) -  Siamo qui per difendere i principi  non negoziabili, i valori storici e cattolici. Una sfida all' insegna dei principi fondamentali, quali la tutela della famiglia, diritto alla vita e non alla morte, educazione secondo naturalità; un'economia che tuteli le fasce più deboli e contribuisca ad un equa distribuzione del reddito».

«In questa situazione - ha sottolineato Riccardo Pilat ( delegato nazionale FVG)-  dobbiamo assolutamente ridare dignità e certezza alla politica, costruendo una nuova classe dirigente giovane, competente e meritevole. Una classe che abbia  alla sua base i principi, ideali e valori comuni della DC riproposti in un una chiave innovativa, che al contempo sia vicina alle esigenze e alle FOTO DC-2 problematiche dei cittadini».

«In questo momento – ha dichiarato Luca Ornella (delegato nazionale FVG) -  ed anche per i prossimi mesi proprio perchè rinneghiamo i “partiti padrone” lavoreremo in squadra e con un forte spirito di gruppo che ispiri nuovamente alla dignità ed all'identità politica».

 I prossimi appuntamenti finalizzati al radicamento sul territorio del partito “ Democrazia Cristiana Storica” oltre la direzione nazionale del 7 aprile a Roma, proseguirà il 3 aprile in Campania, il 9 aprile in Puglia per arrivare poi alla presentazione nazionale il 16 aprile a Roma. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Democrazia Cristiana si ripresenta a Trieste
TriestePrima è in caricamento