Cronaca

La Ferriera è di Arvedi, Serracchiani: «Punto da cui continuare un processo virtuoso»

9.26 - Soddisfatta la Presidente della Regione: «Abbiamo lavorato aggregando le energie positive del territorio, la capacità di interlocuzione del Governo, la visione imprenditoriale del cavalier Arvedi»

«La sottoscrizione del contratto di cessione della Ferriera di Servola al Gruppo Arvedi segna un punto fermo, da cui ora può continuare con maggiore fiducia un processo virtuoso». Lo ha affermato la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Seracchiani, commentando la notizia dell'avvenuta cessione, da parte di Lucchini spa e Servola spa in amministrazione straordinaria, del complesso siderurgico triestino a Finarvedi spa.

«Dopo un percorso lungo, complesso e non ancora del tutto compiuto - ha sottolineato la presidente - oggi a nome della Regione posso esprimere una legittima soddisfazione per questo risultato, al cui conseguimento abbiamo lavorato aggregando le energie positive del territorio, la capacità di interlocuzione del Governo, la visione imprenditoriale del cavalier Arvedi».

«Oltre alla definizione della concessione demaniale, il prossimo passo consisterà nella stesura dell'accordo di programma con Siderurgica Triestina e con gli altri soggetti interessati, che prevede la reindustrializzazione e la messa in sicurezza dell'area della Ferriera».

«Nell'ambito del ruolo propositivo svolto dai soggetti istituzionali, va evidenziato anche il ruolo del Gestore Servizi Energetici-Gse spa, che si è impegnato a recepire l'istanza di rescissione anticipata della convenzione CIP6 da parte di Elettra produzione srl, quale condizione fondamentale per la riuscita dell'operazione industriale», ha concluso Serracchiani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Ferriera è di Arvedi, Serracchiani: «Punto da cui continuare un processo virtuoso»

TriestePrima è in caricamento