La Rotta non si ferma, rintracciati 30 migranti sul Carso e fermati tre passeur

Il rintraccio è avvenuto tra ieri notte e questa mattina nella zona di Basovizza. Al vaglio della magistratura la posizione di un cittadino rumeno e due pakistani. La maggior parte dei migranti si è dichiarata minorenne

Due gruppi composti da quindici migranti ciascuno sono stati rintracciati sul Carso triestino tra questa notte e la mattinata di oggi, 15 agosto. Ad accompagnarli, come riportato dalla Rai del Friuli Venezia Giulia, sarebbero stati tre passeur rispettivamente di origini rumene (uno) e pakistane (due). I tre trafficanti sono stati messi a disposizione della magistratura triestina che ne sta valutando le posizioni. La maggior parte della trentina di migranti fermati si è dichiarata minorenne. 

Le autorità italiane stanno valutando le dichiarazioni dei cittadini di origine afghana e pakistana e, ove ci fossero i presupposti, potrebbero venire riammessi in Slovenia. 

  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Individuare i primi segnali di una polmonite con il saturimetro: come funziona e i migliori modelli

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • La Regione valuta la stretta: nel mirino il caffè fuori dai bar e le cene tra amici

  • Famiglia "picchiatrice" entra in casa di una coppia e la pesta a sangue: quattro arresti

Torna su
TriestePrima è in caricamento