rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Il lascito / Barriera Vecchia - Città Vecchia / Largo dei Granatieri

Lascia al Comune 25mila euro in oggetti preziosi: saranno devoluti nel sociale

Lobianco: "Un progetto pilota dal notevole valore etico, che vede il Comune come punto di riferimento serio per tutti quei cittadini che vi si affidano, donando i propri lasciti e vedendo realizzate nel pieno rispetto le loro volontà

Oltre 25mila euro in oggetti preziosi sono stati donati al Comune come lascito testamentario e saranno devoluti a favore di interventi sociali e di assistenza come richiesto dal donatore. Il valore è stato calcolato su base d'asta, ora è stata avviata la procedura di alienazione e gli oggetti saranno messi in vendita. Lo hanno comunicato in conferenza stampa l’assessore agli Affari generali Michele Lobianco, con i colleghi assessori al Bilancio Everest Bertoli e alle Politiche sociali Carlo Grilli, presenti anche il direttore dei Servizi finanziari Vincenzo Di Maggio e il responsabile della Contabilità economico patrimoniale Giosuè Maiolino.

“Si tratta - ha spiegato l’assessore agli Affari Generali Michele Lobianco- di un progetto pilota dal notevole valore etico, che vede il Comune di Trieste essere punto di riferimento serio per tutti quei cittadini che vi si affidano, donando i propri lasciti e vedendo realizzate nel pieno rispetto le loro volontà e mai come in questo caso utili per fini sociali e di aiuto alle persone più in difficoltà”.  Il Comune di Trieste, proprio in esecuzione di questo legato a titolo ereditario, consistente in preziosi del valore di perizia di 25.260 euro, ha inteso così procedere alla vendita diretta o, in mancanza di offerte in tal senso, tramite asta pubblica dei beni previsti. In quest’ottica, le agenzie d'affari per pubblici incanti (case d'asta) interessate (così denominate ai sensi dell'art. 115 del TULPS, di presentare) entro 30 giorni dalla pubblicazione dell’avviso (già pubblicato e consultabile su sito del Comune di Trieste), possono manifestare la propria disponibilità all'acquisto o all'attività di intermediazione, inviando la propria proposta entro e non oltre le ore 12.30 di venerdì 11 marzo. 

La valutazione delle offerte sarà effettuata da una Commissione appositamente costituita, che come criterio di valutazione privilegerà la disponibilità all’acquisto diretto dell’intero quantitativo di preziosi. Solo qualora non si sarà presentata alcuna offerta valida di acquisto diretto, la Commissione procederà nella valutazione di proposte di intermediazione tramite vendita per pubblico incanto (almeno al valore di perizia).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lascia al Comune 25mila euro in oggetti preziosi: saranno devoluti nel sociale

TriestePrima è in caricamento