rotate-mobile
Attività dell'Arma / Duino-Aurisina

Non si ferma il flusso di latitanti al confine: arrestati in cinque, tre i denunciati

E' questo il bilancio di diverse operazioni portate a termine da parte dei carabinieri di Aurisina. In un caso è stata riconsegnata la refurtiva rubata alla sede dell'Associazione Nazionale Alpini di Roncadelle, in provincia di Brescia

I carabinieri di Aurisina hanno arrestato cinque latitanti di origine balcanica per reati che vanno dal furto aggravato al porto d'arma allo spaccio di stupefacenti. Si tratta di cittadini romeni ed albanesi condannati in passato. Gli uomini sono stati fermati in diverse occasioni nelle scorse settimane. A questa operazione si deve aggiungere la denuncia a piede libero di altri tre cittadini rumeni trovati in possesso di refurtiva asportata poco prima in provincia di Brescia. Si tratta prevalentemente di materiale da lavoro, tagliaerba, idropulitrici ed accessori vari, rubati alla sede ANA di Roncadelle. Dopo il sequestro il materiale è stato restituito agli Alpini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non si ferma il flusso di latitanti al confine: arrestati in cinque, tre i denunciati

TriestePrima è in caricamento