Lunedì, 15 Luglio 2024
Sul confine tra Italia e Slovenia / Altopiano Carsico / Località Fernetti

Ladri e rapinatori latitanti, raffica di arresti sul confine: in manette tre romeni

E' questo il bilancio di alcuni mirati controlli messi in atto da parte dei carabinieri lungo la fascia confinaria tra Italia e Slovenia

TRIESTE - Tre latitanti di nazionalità romena sono stati arrestati dai carabinieri impegnati nei controlli di retrovalico alla frontiera tra Italia e Slovenia. Il primo, un cinquantottenne, è stato fermato poco dopo aver passato il confine. Una volta controllato, è emerso come fosse ricercato in Germania per una rapina commessa ai danni di una anziana il 19 settembre dello scorso anno. L'uomo si era rifugiato in patria. Una volta arrestato e portato in carcere, verrà espulso dall'Italia e riconsegnato alle autorità tedesche. 

Nel secondo caso l'arresto ha visto come protagonista un trentottenne. Il giovane era latitante e ricercato in quanto ritenuto responsabile di una tentata rapina in concorso commessa a Bologna il 31 ottobre del 2011, tredici anni fa. L'ordine di carcerazione, dopo la condanna a 11 mesi e 28 giorni di reclusione, era stato emesso dalla Procura emiliana. Nel capoluogo emiliano l'uomo aveva distratto un edicolante con la scusa di comprare dei dvd, mentre l’amico, riuscito a fuggire, tentava di rubare i soldi dal registratore di cassa. Non pago, una volta che le forze dell'ordine erano state chiamate sul posto, aveva ingaggiato una breve colluttazione con gli agenti. Ora si trova nel carcere del Coroneo, a Trieste. 

Il terzo soggetto infine è stato fermato presso il confine di Fernetti, in comune di Monrupino/Repen. L'uomo, un trentacinquenne ricercato dal 2016 a seguito di una condanna per furto a due anni e sei mesi, era stato arrestato dai carabinieri perché sorpreso a rubare nel reparto calzature del supermercato di un centro commerciale di Ancona. Il trentacinquenne aveva agito assieme ad altri tre complici, fermati poco dopo il furto. L'ordine di carcerazione era stato emesso dalla Procura del capoluogo marchigiano. Anche lui è stato portato presso la Casa Circondariale di Trieste. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri e rapinatori latitanti, raffica di arresti sul confine: in manette tre romeni
TriestePrima è in caricamento