Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Tutela animali, Lav Trieste: «La regione cede alla lobby di cacciatori e uccellatori»

Il Consiglio Direttivo LAV Trieste in una nota sull'approvazione emendamento di modifica della L.R. 20/12 sulla tutela degli animali

Foto di repertorio

Consiglio Direttivo LAV Trieste: «La Regione FVG nel 2012 ha approvato all’unanimità la Legge 20 per la tutela del benessere degli animali, colmando una grave lacuna legislativa ed allineandosi alle norme della Comunità Europea. La legge prevedeva dei regolamenti attuativi anch’essi approvati all’unanimità dal Consiglio Regionale. In fase esecutiva, però, si è modificato il regolamento in maniera irrituale con aggancio alla legge di assestamento di bilancio 2016 per consentire di carcerare uccelli canori in gabbie grandi poco più dell’uccello rinchiuso».

«La motivazione starebbe nella difficoltà di spostare gli uccelli dalle gabbie e voliere alle gabbie da mostra, ma in realtà si vuole una permanenza continua nelle gabbiette (illegittime per la CEE) che diventano strumenti di tortura, inadeguate e lesive delle caratteristiche biologiche delle specie. Insomma un maltrattamento per tutta la vita. Nella seduta del 28 luglio 2016 è stato approvato dal Consiglio Regionale un emendamento di modifica della L.R. 20/12, proposto dai consiglieri Agnola, Moretti, Marsilio, Piccin, che prevede per i soli uccelli allevati allo scopo di evidenziare le qualità del canto o destinati ai concorsi canori, venga autorizzato l’uso di gabbie di dimensioni inferiori a quanto previsto dal regolamento di cui all’articolo 36».

«L'emendamento è stato approvato a maggioranza anche se, a quanto risulta, lo stesso sia in contrasto con la normativa europea (infrazione comunitaria EU PILOT EU 5391/13 /ENVI) e vada contro il parere vincolante dell'Istituto Superiore per la ricerca ambientale ISPRA. La LAV ha sottoscritto, assieme a numerose altre associazioni del Friuli Venezia Giulia, per la tutela degli animali e dell'ambiente, un Manifesto, inviato in Regione per rendere noto il comune dissenso a tale decisione ed auspica, con la presente, di informare i cittadini tutti».
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutela animali, Lav Trieste: «La regione cede alla lobby di cacciatori e uccellatori»

TriestePrima è in caricamento