menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuova vita per la stazione dei bus a Muggia, finiti i lavori

Nuova area di attesa della corsia dedicata alla linea n.20 accessibile ai portatori di handicap, bagni rimessi a nuovo e un intervento anti –piccioni sull’illuminazione dell’area interna. Spesi 30 mila euro

Una nuova area di attesa della corsia dedicata alla linea n.20 accessibile ai portatori di handicap, la riqualificazione dei bagni e un intervento anti –piccioni sull’illuminazione dell’area interna. Sono questi gli interventi che hanno vista protagonista la stazione delle autocorriere muggesana.

Lo stabile, di proprietà del Demanio dello Stato, vede il Comune di Muggia come locatario degli spazi; alcuni di questi sono sublocati a terzi, tra i quali figura la società Trieste Trasporti, la quale ha a disposizione un ufficio destinato agli autisti degli autobus. “Proprio la Trieste Trasporti ha avanzato una richiesta di autorizzazione ai lavori per ricavare dal preesistente wc donne un wc dedicato con accesso esclusivo attraverso l’ufficio addetti prefigurando la possibilità di procedere alla manutenzione straordinaria dei restanti wc che conserverebbero il loro uso pubblico” aveva spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici Francesco Bussani. “Bagni che peraltro versavano in stato di avanzato degrado ed i cui sanitari erano in buona parte danneggiati o inservibili. È una struttura su cui da tempo si era deciso di intervenire e che finalmente ha trovato gli spazi economici per poter essere riqualificata in modo da risolvere una situazione che non era più tollerabile”.

Accesso ai portatori di handicap

Oltre alla riqualificazione dei servizi pubblici, un’altra importante operazione è stata quella che ha visto la predisposizione di interventi atti a garantire l’accessibilità ai portatori handicap del secondo tratto dell’area di attesa della linea n. 20, con l’allargamento del marciapiede di attesa ed un’idonea rampa di raccordo per superare il dislivello tra il pano stradale ed il piano del marciapiede stesso.

I costi

“Solo il primo tratto era accessibile ai portatori di handicap, mentre il secondo tratto purtroppo non essendolo, non poteva che rappresentare un disagio. Un disagio che siamo andati ad eliminare con un intervento volto, in tal senso, a favorire la mobilità e la fruizione dei servizi da parte di utenti con disabilità o a ridotta mobilità all’interno di quella che è una struttura molto frequentata a Muggia” ha evidenziato Bussani. È stata la ditta Russignan srl con sede a Trieste a intervenire sull’edificio sito in piazzale Curiel a fronte di una spesa di quasi 30 mila euro: 18.010,98 € (comprensivi di oneri per la sicurezza ed Iva al 22%) è stata, infatti, la cifra per i lavori relativi ai wc e 11.000,00€ (comprensivi di oneri per la sicurezza ed Iva al 22%) per quelli relativi all’eliminazione delle barriere architettoniche presso la seconda area di attesa della linea n. 20.

Interventi anti-piccioni

I costi derivanti dall’intervento sono stati sostenuti pro quota da Trieste Trasporti per quanto concerne le aree adibite ad esclusivo uso degli addetti di Trieste Trasporti, mentre i costi connessi agli interventi che conservano l’uso pubblico sono stati sostenuti dal Comune. Anche la sala d’attesa interna della stazione è stata, infine, oggetto di un intervento volto a ridurre la fastidiosa, ed antiigienica, presenza dei piccioni in quel luogo. I vecchi neon di illuminazione della sala, luoghi prediletti di stazionamento da parte di questi volatili, sono stati sostituiti con nuovi corpi illuminanti di forma geometrica diversa che non ne consenta l’appollaiarsi. “Sono tutti interventi atti a migliorare lo stato di una struttura che è il posto di prima accoglienza dei turisti che raggiungono la nostra città coi mezzi pubblici, ma anche di tutti quei concittadini che vivono quell’area nella propria quotidianità” ha concluso Bussani.

“La stazione delle autocorriere muggesana è stata interessata da degli interventi significativi sul piano della riqualificazione dell’edificio. In questi anni abbiamo realizzato molte opere, basti pensare anche ai recenti lavori sulla Pescheria o sul Teatro Verdi” ha ricordato il sindaco Laura Marzi “mai sottovalutando anche gli interventi apparentemente più piccoli, che a volte, come in questo caso, danno delle importanti risposte alla cittadinanza e fanno la differenza nell’attenzione prestata al luogo in cui si vive”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento