menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavoratori Pulizia Treni senza Paga da tre Mesi Ricevuti dal Consiglio Comunale: Nuove Azioni di Protesta se la Situazione non si Sblocchera'

E' stata ricevuta stasera una rappresentanza dei lavoratori addetti alla pulizia dei treni e della stazione di Trieste, che avevano manifestato a metà agosto interrompendo il transito ferroviario alla stazione di Trieste per sensibilizzare...

E' stata ricevuta stasera una rappresentanza dei lavoratori addetti alla pulizia dei treni e della stazione di Trieste, che avevano manifestato a metà agosto interrompendo il transito ferroviario alla stazione di Trieste per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla scorrettezza di comportamento della ditta nella quale erano assunti.
Nello specifico: sul mancato pagamento delle utime tre mensilità, mancato pagamento delle ferie non godute e del credito irpef, delle difficili e rischiose condizioni di lavoro in cui sono costretti ad operare e sull' incertezza sul passaggio ad un nuovo datore di lavoro. Dopo una breve cronistoria della situazione con tutti i risvolti relativi al palleggiamento di responsabilità tra Trenitalia, Regione, Prefettura, ditte in uscita e in entrata di appalto; il consiglio comunale tramite il suo presidente Furlanic si è impegnato a sollecitare l'asssessore regionale competente Riccardi sulla situazione.
Un lavoratore ha inoltre evidenziato che le condizioni di lavoro sono gravi dal punto di vista sanitario, visto che lavorano con acidi per la pulizia esterna dei treni e lo stesso succede nelle pulizie delle carrozze senza un'adeguata cautela sul fronte della sicurezza.
A questo punto il consigliere (e dottore) Marino Andolina dopo aver appreso il rischio che corrono alcuni lavoratori (a detta degli stessi) si è impegnato, nel momento si presentasse lo specifico caso riscontrabile a livello medico, a stilare il giusto referto di lesione personale con conseguente obbligo di segnalazione all'autorità competente.

Ma non finisce qui : domani - come ci ha riferito il consigliere Andolina - si terrà una conferenza dei capigruppo per studiare altre azioni volte a sensibilizzare ulteriormente le istituzioni e l'opinione pubbblica.
Tra le ipotesi - sempre secondo Andolina - quella di partecipare insieme ai lavoratori ad altre forme di protesta come l'occupazione di carrozze di Trenitalia, oppure la condivisione degli oneri ai quali saranno obbligati i lavoratori in seguito alla denuncia per interruzione di pubblico servizio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Ricette tipiche della Carnia: i Cjarsons

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Fvg resta in zona arancione

  • Cronaca

    Covid: i guariti superano i contagi, in calo terapie intensive e isolamenti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento