Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Comune di Trieste: 56 posti lavori socialmente utili, 12 per verde pubblico

I posti di lavoro complessivamente previsti dai progetti e per i quali sono già state avviate le procedure di raccolta delle candidature sono 56 e saranno coperti entro il 31 ottobre 2015.

 Nell'ottica di contribuire, nei limiti del possibile, a contenere almeno in parte la perdita di posti di lavoro che in questi anni di persistente crisi ha investito anche il nostro territorio, il Comune di Trieste – come rende noto l'Assessore alle Risorse Umane e Organizzazione Roberto Treu - ha varato 37 progetti di attività socialmente utili che consentiranno di integrare il reddito di lavoratrici e lavoratori provenienti dalla cassa integrazione guadagni straordinaria o dalla mobilità, mediante il loro impiego temporaneo (36 ore settimanali per 52 settimane) in svariati lavori utili alla collettività nell'ambito di diversi settori di attività dell'Ente.

    I posti di lavoro complessivamente previsti dai progetti e per i quali sono già state avviate le procedure di raccolta delle candidature sono 56 e saranno coperti entro il 31 ottobre 2015.
    I lavoratori interessati sono – come detto - quelli posti in C.I.G.S. sospesi a zero ore e titolari del relativo trattamento, ovvero posti in mobilità e titolari del relativo trattamento (indennità di mobilità legge 223/91), ovvero titolari di altro trattamento speciale di disoccupazione (edilizia).

    Le adesioni saranno raccolte dal Centro per l’Impiego di Trieste, Scala dei Cappuccini 1, fino a venerdì 7 agosto, con orario dalle 9.15 alle 12.45.

    Va rimarcato che le attività socialmente utili non si pongono quali interventi di natura meramente assistenziale, bensì mirano a  valorizzare e preservare le competenze professionali di chi ha perso il lavoro e a facilitarne in questo modo l'auspicabile riassorbimento a breve nel mercato del lavoro; nel contempo, l'attività svolta all'interno dei progetti di LSU reca un concreto vantaggio alla collettività, laddove permette all'Amministrazione di gestire con maggiore efficacia servizi importanti, per i quali l'apporto di tali nuove risorse si è già rivelato valido e significativo.

    Nel frattempo, proprio l'altro ieri, 21 luglio, ha avuto luogo un'altra, per certi aspetti simile, “operazione”, ovvero la selezione per la copertura di 12 posti di lavoro previsti dal Progetto “Cantiere di lavoro per la manutenzione e sistemazione degli spazi verdi pubblici, delle aree patrimoniali e degli spazi verdi di pertinenza dei Civici Musei Scientifici, delle Biblioteche Civiche e delle Residenze per Anziani”. 

    Si tratta, anche in questo caso, di un'ulteriore opportunità di impiego temporaneo che il Comune di Trieste, con il finanziamento della Regione Friuli Venezia Giulia, offre a persone disoccupate e prive di qualunque ammortizzatore sociale che, entro il 30 settembre prossimo, saranno impiegate per 6 mesi in attività di pulizia e manutenzione del verde pubblico volte a migliorare la qualità dell’ambiente e degli spazi urbani della nostra città.

    “Anche tramite questo tipo di iniziative, il Comune – sottolinea in conclusione l'Assessore Treu -     cerca di attuare, in ogni modo e con ogni strumento a disposizione, una politica di sostegno, per quanto limitato e provvisorio possa essere,  nei confronti di quelle aree di disagio occupazionale purtroppo ancora ampie per effetto di una crisi tuttora pesante e persistente, ad almeno parziale ristoro economico di queste persone in difficoltà e delle loro famiglie, come crediamo sia nei compiti e nei doveri di una pubblica amministrazione, soprattutto nelle fasi più difficili della vita di una comunità.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune di Trieste: 56 posti lavori socialmente utili, 12 per verde pubblico

TriestePrima è in caricamento