Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Lavori sul Ponterosso, Bandelli (Futura): "Ci sarà una fine?"

Il candidato sindaco del Movimento Futura: "Dopo altri due mesi di fermo del cantiere, chiediamo al Comune precise e rapide risposte"

Oggi, martedì 28 settembre, per chiedere quando termineranno i lavori sul canale di Ponterosso, sul Canal Grande di Trieste il Movimento Futura ha tenuto una conferenza stampa alla quale sono intervenuti il candidato sindaco del Movimento, Franco Bandelli, l'Ingener Francesco Cervesi e il coordinatore provinciale, Michele Sacellini. "Oggi - ha esordito Sacellini - ci ritroviamo davanti al Canale di Ponterosso per tornare su un tema già affrontato, ma senza aver avuto le risposte che attendevamo: quello dell'andamento dei lavori sul Canale di Ponterosso che sembrano non aver avuto avanzamenti anzi, ci pare che lo scenario non sia cambiato più di tanto dall'ultima volta". Sul posto è stato invitato per un parere tecnico l'ingegnere strutturista Fausto Benussi, già docente di Tecnica delle costruzioni all'Università di Trieste che, precisa Futura, "non fa parte del movimento " e che vanta "una particolare esperienza nel campo dei parcheggi interrati nel centro cittadino, in particolare su quelli di Piazza Vittorio Veneto e Foro Ulpiano".

Il parere tecnico

"Ho compiuto degli studi sul canale di Ponterosso nell'ipotesi di lavori importanti nel sottosuolo - ha dichiarato Benussi - pertanto credo di conoscere molto a fondo la situazione idrogeotecnica del luogo. Qui - ha affermato ancora il tecnico - siamo in presenza di un chiaro errore progettuale emerso già molti mesi fa, ovverosia l'impossibilità di infiggere palancole in maniera efficace, in quanto ci si è resi conto che l'acqua che entra nel canale è molto più copiosa di quella che si cerca di estrarre. Ma essendo una nozione nota tutti (e non occorre essere specialisti per accorgersene) non capisco perché non si possa cambiare radicalmente progetto, procedendo alla chiusura di questo lavoro fallimentare e all'apertura di uno nuovo".

"Vogliamo una risposta"

"E' passato quasi un anno - ha aggiunto Cervesi - e il cantiere è fermo e come si sa i cantieri fermi comportano dei costi per il Comune e quindi per i cittadini. Pur a fronte delle nostre varie segnalazioni non abbiamo ricevuto risposta da parte dell'Amministrazione comunale su cosa si intenda fare, ma intanto il tassametro corre. Siccome sono soldi pubblici vogliamo una risposta e chiediamo al Comune di esprimersi in maniera definitiva. Se c'è stato un errore - e questo non spetta a noi dirlo - può succedere di sbagliare, ma se si vede che qualcosa non funziona - e lo dimostra lo stato del cantiere - se ne prenda atto e si abbia coraggio di fermarsi e prendere una decisione. Si faccia un nuovo progetto, si apportino correzioni a questo, ma si faccia qualcosa. Anche perché non è un lavoro di semplice abbellimento, ma un'opera di ristrutturazione per la messa in sicurezza di un ponte carrabile e pedonale, dove passano centinaia di auto e di persone al giorno, dove passano i bus e devono poter ripassare i Tir, che non possono continuare a fare il giro per Civitavecchia con tutte le conseguenze e rischi per i pedoni e il traffico veicolare e con le case che subiscono vibrazioni. Chiediamo quindi con forza una risposta precisa e rapida".

"Disservizi comunali"

"Sul cantiere di Ponterosso - ha ripreso Bandelli - avevamo posto al Comune tre quesiti a nessuno dei quali è stata data risposta .Le domande erano: è vero che c'è stato un fermo di cantiere? E' vero che i lavori sono stati sospesi? E' vero, come si vocifera, che si stia per abbandonare totalmente il progetto attuale per tornare a una normalità progettuale? L'unica risposta data a mezzo stampa due mesi fa dopo la nostra richesta era stata "non vi preoccupate, i lavori riprenderanno tra poco". Ma è evidente che così non è stato: oggi quindi denunciamo con forza quella che è l'ennesima situazione di stallo dei lavori pubblici in questa città. Vogliamo ricordare a questo proposito il tram di Opicina o, tanto per cambiare, ancora una volta la Galleria di Piazza Foraggi. Ricordo a beneficio dei cittadini elettori chiamati alle urne il 3 e 4 ottobre - ha concluso Bandelli - che il Comune deve fornire servizi e il canale Ponterosso invece è un disservizio. A buon intenditor...".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori sul Ponterosso, Bandelli (Futura): "Ci sarà una fine?"

TriestePrima è in caricamento