menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavoro, la tedesca Aldi apre in Fvg: selezioni e assunzioni in collaborazione con l'Agenzia regionale

Inaugurato ieri il nuovo punto vendita di Spilimebergo con una preselezione di 185 candidature e successive 11 assunzioni di addetti

Selezione e assunzione di personale grazie a un accordo tra un'azienda, nella fattispecie la tedesca Aldi, catena internazionale della grande distribuzione organizzata, e l'Agenzia regionale per il lavoro del Friuli Venezia Giulia.
Pubblico e privato, quindi, uniti in una partnership virtuosa per far incontrare domanda e offerta di lavoro.
Questo il risultato conseguito che ha portato ad una preselezione di 185 candidature e successive 11 assunzioni di addetti per il nuovo punto vendita di Spilimbergo, inaugurato ieri.
La collaborazione tra l'Agenzia e Aldi è iniziata lo scorso ottobre, con l'avvio di una sinergia per la ricerca del personale da assumere nei negozi di prossima apertura in regione. È stato infatti l'ufficio centrale pordenonese dell'Agenzia il partner operativo dell'azienda per la campagna di reclutamento e la successiva selezione di 185 candidati.

Le persone selezionate da Aldi sono state invitate ai tre recruiting days che si sono svolti, fra lo scorso ottobre e
gennaio di quest'anno, nei locali appositamente messi a disposizione dall'Agenzia del Lavoro presso la sede della ex Provincia di Pordenone.
A tutti gli assunti è stato proposto un contratto di assunzione diretta a tempo determinato o indeterminato.
Per ricoprire le posizioni nel migliore dei modi, l'azienda si è fatta carico di una formazione di sei settimane, di cui quattro proprio a Spilimbergo, dove Aldi ha istituito il primo centro di formazione in regione, una a Oppeano, in provincia di Verona, e un'altra presso un punto vendita in Austria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento