menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Legge animali affezione, animalisti: «Regione non si pieghi a volontà cacciatori, petizione online»

«Lo rilevano in una nota le maggiori associazioni aninmaliste: «A seguito dei ripetuti attacchi alla Legge Regionale sul benessere degli animali d’affezione chiediamo a Presidente e Assessori della Regione, tramite una petizione digitale che ha raggiunto ad oggi più di duemila firme »

«A seguito dei ripetuti attacchi alla Legge Regionale 11 ottobre 2012, n° 20 “Norme per il benessere e la tutela degli animali d’affezione” e suo Regolamento esecutivo, da parte delle corporazioni dei cacciatori, gestori di fiere e quant’altro attiene all’uso strumentale degli animali, le maggiori Associazioni Animaliste del Friuli Venezia Giulia, chiedono a Presidente  e Assessori della Regione, tramite una petizione digitale che ha raggiunto ad oggi più di duemila firme, la salvaguardia e la difesa di tale Legge e suo Regolamento attuativo».

Lo rileva in una nota LAV Trieste-

«Chiedono inoltre - conclude la nota -  che non sia dato spazio a qualsivoglia attacco o pretesa di modifica volta a favorire licenze ed anacronistici privilegi pretesi da una esigua minoranza di cittadini, portatori di interessi venatori  e di pratiche non rispettose dell’etologia degli animali che la norma regionale tutela».

Di seguito la Proposta dalle Associazioni iscritte nell’elenco di cui all’art. 6 della Legge regionale N° 20/2012:

  • AMICI DELLA TERRA/Udine –FVG
  • ANNA Onlus – San Pietro Al Natisone
  • ASTAD – Trieste
  • E.N.P.A. - Cervignano
  • E.N.P.A. – Coordinamento Regionale Trieste
  • E.N.P.A. – Sez. Provinciale Udine
  • IL RIFUGIO DI VILLOTTA – Pordenone
  • LA CUCCIA – Monfalcone
  • LAV – Pordenone
  • LAV – Trieste
  • LAV – Udine
  • OIPA – Pordenone
  • OIPA – Trieste
  • RICOMINCIO DA CANE – Trieste

e dai cittadini firmatari della Regione Friuli Venezia Giulia

PETIZIONE:

Salvaguardia e difesa della Legge Regionale 11 ottobre 2012, n° 20 “Norme per il benessere e la tutela degli animali d’affezione” e suo Regolamento esecutivo, approvato con DPRES 127/2015

A seguito dei ripetuti attacchi alla Legge in oggetto, da parte delle corporazioni dei cacciatori, gestori di fiere e quant’altro attiene all’uso strumentale degli animali, il cui benessere la citata Legge ha inteso tutelare;

  • Consapevoli del fatto che sono in atto altre azioni di sabotaggio della Legge, per ottenerne una modifica sostanziale volta a favorire licenze ed anacronistici privilegi;
  • Considerato che tali privilegi sono pretesi da una esigua minoranza di cittadini, portatrice di interessi venatori  e di pratiche non rispettose dell’etologia degli animali che la norma regionale tutela;
  • Considerato  che la stragrande maggioranza dei cittadini della Regione ha accolto con il massimo favore la normativa ritenendola segno di civiltà, progresso e rispetto per la biodiversità;
  • Considerato ancora che la Legge Regionale 20/12 e il suo Regolamento sono stati approvati all’unanimità dagli  Organi regionali competenti, a conferma della condivisione sociale della proposta normativa

Chiedono

La salvaguardia e la difesa della Legge Regionale 11 ottobre 2012, n° 20 “Norme per il benessere e la tutela degli animali d’affezione” del suo Regolamento esecutivo, approvato con DPRES 127/2015 e che non sia dato spazio a qualsivoglia attacco o pretesa di modifica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

Torta morbida cioccolato e cannella: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento