Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Les Babettes: «Tutti sabato in Piazza Unità contro l'omofobia» (VIDEO)

Adesione del trio sabato 17 gennaio in Piazza Unità alla veglia contro le discriminazioni organizzato dal gruppo delle sentinelle sedute. Quasi 600 al momento le conferma alla manifestazione sulla pagine facebook dell'evento

Continuano ad arrivare adesioni alla grande manifestazione organizzata in Piazza Unità sabato alle 14.00 dal gruppo delle 'Sentinelle sedute' nato spontaneamente sul web. Al momento sono circa 600 le persone che hanno confermato la loro partecipazione alla prima veglia cittadina contro l'omofobia sull'evento ufficiale di facebook (link qui).

Adesione anche da parte del gruppo delle 'Les Babettes', che tramite un video postato sulla loro pagina facebook hanno comunicato ai proprio sostenitori l'adesione all'evento, incitando inoltre tutti ad essere presenti in Piazza Unità, tutti uniti contro l'omofobia.

Dall'organizzazione fanno sapere che «In molti ci chiedono se la manifestazione, così organizzata, non ricordi troppo le veglie delle Sentinelle in Piedi. Assolutamente sì. Le Sentinelle in Piedi, movimento organizzato (e marchio registrato) a livello nazionale, che si dice apartitico e aconfessionale, hanno sicuramente i mezzi comunicativi ed economici per promuovere la loro ideologia.
Dal punto di vista mediatico e comunicativo hanno trovato una "chiave" vincente».

«Poche persone - continuano -  che con l'ordine, la cultura, la protesta silenziosa, la "moralità", riempiono ordinatamente e con una scenografia convincente piccole piazze. In contrapposizione, gli antagonisti vengono fatti apparire caotici, violenti, rumorosi, aggressivi, intolleranti e antidemocratici. Per quanto ci riguarda, sapendo bene che la maggioranza è contro l'omofobia , vogliamo riempire GRANDI piazze, in modo ordinato, gioioso, colorato».

«Ordinati - proseguono i gestori della pagina - , alla luce del giorno, i libri del passato chiusi, a viso aperto, a testa alta con i lumini della discriminazione spenti . Non abbiamo bisogno di contrapporci nè di dare una visibilità immeritata a chi non la pensa come noi .
Le nostre manifestazioni sono e saranno indipendenti atte a sensibilizzare e informare la popolazione».

«Siamo noi il movimento spontaneo - concludono - , apartitico e aconfessionale senza marchio né portafoglio , nato "soltanto" per difendere il diritto all'uguaglianza Ognuno veglia su ciò in cui crede , noi vegliamo sui diritti eguali e le pari opportunità di tutti».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Les Babettes: «Tutti sabato in Piazza Unità contro l'omofobia» (VIDEO)

TriestePrima è in caricamento