rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Il caso va avanti

Caso Resinovich, il marito Sebastiano ascoltato in Procura

Secondo quanto riporta Telequattro gli investigatori avrebbero ripercorso tutte le sue dichiarazioni "per cogliere eventuali contraddizioni, una riesamina della sua versione dei fatti". Lui: "Sono sconvolto"

TRIESTE - Sebastiano Visintin, il marito di Liliana Resinovich, è stato ascoltato per un'ora e mezza dagli inquirenti della Procura della Repubblica di Trieste. A correggere il tiro sulla notizia data da Quarto Grado è Telequattro, l'emittente televisiva triestina. Al centro della convocazione di lunedì 28 novembre ci sarebbe, secondo quanto riportato, un "gomitolo trovato in un cassetto a casa di Sebastiano Visintin così simile al cordino legato attorno al collo di Liliana". Materiale che, secondo quanto detto nel servizio, non sarebbe saltato all'occhio in un primo momento, ma sarebbe comparso molto tempo dopo. Il cordino, inoltre, sarebbe stato consegnato agli investigatori proprio da Sebastiano. Secondo quanto trapela, gli investigatori avrebbero ripercorso tutte le sue dichiarazioni "per cogliere eventuali contraddizioni, una riesamina della sua versione dei fatti". Imbufalita la Procura della Repubblica per l'ennesima fuga di notizie. "Sono sconvolto" ha detto Visintin a Telequattro in relazione alle riprese girate da Quarto Grado all'entrata e all'uscita del tribunale. 

Da quel maledetto 14 dicembre ad oggi: la cronologia di ciò che sappiamo

Le indagini vanno avanti. Tra dieci giorni ricorrerà il primo anniversario della scomparsa di LIliana Resinovich, la sessantatreenne triestina ritrovata cadavere, il successivo 5 gennaio, all'interno del parco dell'ex ospedale psichiatrico di San Giovanni. L'indagine è affidata alla Squadra Mobile della questura di Trieste e coordinata dal sostituto procuratore Maddalena Chergia. Al momento non risultano persone iscritte nel registro degli indagati. Il caso, dopo una settimana di silenzio dalla scomparsa (avvenuta il 14 dicembre), era esploso anche e soprattutto mediaticamente subito dopo Natale. Liliana Resinovich, secondo quanto sostenuto dall'amico e amante Claudio Sterpin avrebbe dovuto lasciare Sebastiano Visintin e andare a vivere con lui. Tutte opinioni che il marito ha sempre respinto con forza, nonostante l'esito dei tabulati telefonici sui cellulari di Liliana avesse fatto emergere contatti telefonici tra Sterpin e la sessantatreenne ben prima dell'estate del 2021, periodo durante il quale i due si sarebbero riavvicinati dopo un incontro casuale avvenuto in cimitero. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Resinovich, il marito Sebastiano ascoltato in Procura

TriestePrima è in caricamento