Mercoledì, 17 Luglio 2024
Archiviazione o nuove indagini?

Per il caso Resinovich è questione di ore, marito e famiglia in attesa della decisione

Il gip del tribunale di Trieste Luigi Dainotti potrebbe inviare la comunicazione formale agli avvocati già nella giornata di domani 12 giugno. Cresce l'attesa per il caso che tiene con il fiato sospeso l'opinione pubblica italiana

TRIESTE - Durante la giornata di domani 12 giugno il gip del tribunale di Trieste Luigi  Dainotti potrebbe inviare una mail agli avvocati Paolo Bevilacqua, Nicodemo Gentile e Federica Obizzi in merito alla decisione sul caso di Liliana Resinovich, la donna triestina di 63 anni scomparsa da casa il 14 dicembre 2021 e ritrovata cadavere, all'interno di due sacchi neri nel parco dell'ex ospedale psichiatrico di San Giovanni, il 5 gennaio del 2022. A presentare l'opposizione alla richiesta di archiviazione formulata dalla pubblico ministero Maddalena Chergia (titolare del fascicolo di indagine aperto per sequestro di persona) sono stati sia il marito di Liliana, Sebastiano, che il fratello Sergio e la nipote Veronica. Il 5 giugno scorso, a porte chiuse, il gip ha ascoltato le parti per circa tre ore. Il caso tiene con il fiato sospeso l'Italia. L'opinione pubblica non crede al suicidio, tesi che invece viene portata avanti con decisione dalla Procura della Repubblica giuliana. 

La cronologia degli eventi: dal 13 dicembre ad oggi, il caso che tiene l'Italia col fiato sospeso

Negli ultimi giorni ili dibattito intorno al caso si è nuovamente "incendiato" a causa delle dichiarazioni di Claudio Sterpin. L'amante di Liliana ha dichiarato di aver querelato Sebastiano Visintin ed è stato sentito dalla questura di Trieste proprio nei termini della querela. Lo stesso Sterpin ha dichiarato di aver avuto in uso delle "cantine" dove ogni tanto condivideva alcuni momenti con Liliana. "Una è in via Giulia - ha detto -, l'altra vicina all'ospedale Maggiore". Non sarebbe, quindi, il magazzino di via Pondares di cui tanto si è parlato. Le parti coinvolte (fratello e marito, su tutti), nonostante un formale allineamento sull'opposizione alla richiesta di archiviazione, mal si sopportano. Anche lo scorso 5 giugno ci sono stati dei momenti di tensione tra l'avvocato Federica Obizzi e il legale del marito, Paolo Bevilacqua. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per il caso Resinovich è questione di ore, marito e famiglia in attesa della decisione
TriestePrima è in caricamento