Mercoledì, 17 Luglio 2024
La svolta

Svolta nel caso Resinovich, il gip respinge la richiesta di archiviazione

La decisione è stata depositata ed inviata agli avvocati delle parti nel primo pomeriggio di oggi 13 giugno. Disposte nuove indagini

TRIESTE - Il caso della morte di Liliana Resinovich va avanti. Il giudice per le indagini preliminari Luigi Dainotti ha respinto la richiesta di archiviazione avanzata dalla procura giuliana e ha disposto che vengano svolte nuove indagini con l'ipotesi di omicidio. La decisione, che di fatto apre una nuova stagione nel caso che ha tenuto con il fiato sospeso l'opinione pubblica italiana e diffusa da Chi l'ha visto, è arrivata nel primo pomeriggio di oggi 13 giugno. Le motivazioni sono state inviate agli avvocati che avevano presentato l'opposizione alla richiesta di archiviazione, ovvero Nicodemo Gentile (per il fratello Sergio), Federica Obizzi (per la nipote Veronica) e Paolo Bevilacqua (per il marito Sebastiano Visintin). Il 5 giugno scorso, a porte chiuse, il gip aveva ascoltato le parti in una udienza durata oltre tre ore. La notizia è in aggiornamento. 

Ipotesi omicidio: le 25 richieste del gip alla procura, ecco perché il caso non è chiuso

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svolta nel caso Resinovich, il gip respinge la richiesta di archiviazione
TriestePrima è in caricamento