rotate-mobile
Ancora sul caso

Si cerca Liliana nel parco di San Giovanni, il marito e l'amico sentiti in questura

Sul posto vigili del fuoco, polizia e corpo forestale. Claudio Sterpin è stato ascoltato questa mattina, mentre il marito si è recato in questura nel pomeriggio. La notizia è in aggiornamento

Attivate nuovamente le ricerche di Liliana Resinovich, la sessantatreenne scomparsa dalla sua abitazione di via Verrocchio a Trieste lo scorso 14 dicembre. Nel pomeriggio di oggi 5 gennaio vigili del fuoco, polizia di Stato e Corpo forestale del Friuli Venezia Giulia stanno cercando la Resinovich nel parco dell'ex ospedale psichiatrico del rione di San Giovanni. Le ricerche si concentrano in questo punto dopo una segnalazione rilasciata oggi. Sul fronte delle indagini, invece, la questura giuliana ha ascoltato nuovamente Claudio Sterpin (nella mattinata), così come Sebastiano Visintin, il marito (nel pomeriggio). 

Contattato telefonicamente da TriestePrima, Visintin ha riferito esserci "delle novità ma non sono ufficiali", anche se non ha voluto spiegare con precisione i particolari. "Ho detto cheho ricevuto una telefonata alle 2:30 di questa notte da un numero sconosciuto, tutto qua". Visintin ha fatto sapere di "non aver parlato di Liliana. Anche se sono nell'occhio del ciclone voglio che venga fuori la verità". Su eventuali nuove immagini che ritrarrebbero Liliana in un luogo diverso rispetto a quelli ipotizzati fino ad oggi, Visintin ha detto che "a me non è giunta nessuna notizia in merito. Scrivete quello che volete". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si cerca Liliana nel parco di San Giovanni, il marito e l'amico sentiti in questura

TriestePrima è in caricamento