rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Il giallo di via Verrocchio

Cadavere nel parco di San Giovanni, già eseguita la Tac

I risultati non sono ancora stati resi noti ma gli investigatori ora hanno in mano elementi in più per capire cosa ha ucciso la donna trovata dentro a due sacchi neri e con due sacchetti sulla testa

La Tac sul cadavere trovato nel parco di San Giovanni il 5 gennaio è stata effettuata questa mattina. Il corpo, che con "elevate probabilità" è quello di Liliana Resinovich, la sessantatreenne scomparsa lo scorso 14 dicembre dalla sua abitazione di via Verrocchio, non presentava segni visibili di violenza. Per ragioni riconducibili al segreto istruttorio e alle indagini condotte dalla Squadra Mobile e coordinate dal pm Maddalena Chergia, i risultati di questo primo esame effettuato dal dottor Fabio Cavalli, non sono stati resi noti. Gli investigatori però ora hanno in mano qualche elemento in più, ad esempio per capire se la donna è stata vittima di violenza. 

Lunedì invece è prevista l'autopsia, che verrà condotta dal dottor Fulvio Costantinides. Sul fronte delle reazioni, si registrano le accuse mosse dal marito di Liliana a Claudio Sterpin. L'ex podista da qualche giorno è andato nell'Isontino ed è andato su tutte le furie dopo essere stato raggiunto dalle dichiarazioni di Sebastiano Visintin, rilasciate alle televisioni in occasione della passeggiata in onore di Liliana andata in scena nella serata di ieri 7 gennaio. Grande la commozione provata da Fulvio Covalero, l'amico di vecchia data ed ideatore dell'iniziativa. Nel frattempo Sebastiano Visintin ha realizzato un servizio fotografico a Trieste e, secondo alcune indiscrezioni, avrebbe parlato con un avvocato. Al momento, il registro degli indagati è bianco. [continua] 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cadavere nel parco di San Giovanni, già eseguita la Tac

TriestePrima è in caricamento