Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Link festival 2021: i grandi nomi del giornalismo tornano in piazza Unità dal 2 al 5 settembre

Numerosissimi gli appuntamenti che andranno in scena all'interno della newsroom di Fincantieri allestita nel salotto buono della città. Il sindaco: "Una grande vetrina per la città". Nell'articolo le informazioni utili su come accedere e quali panel seguire. Spazio per 180 persone

Giovani, un'attenzione particolare alla lotta contro le fake news e una rotta tracciata sempre più in direzione delle nuove frontiere dell'informazione. L'VIII edizione di LInk - Festival del giornalismo e dei nuovi media è stata presentata questa mattina a Trieste ed ha annunciato la presenza, nelle newsroom di Fincantieri allestita in piazza Unità dal 2 al 5 settembre, di numerosi volti della televisione e di altrettante penne del giornalismo nazionale. Tra le 80 voci del nostro tempo, quattro giornate di assoluto livello, spiccano i nomi del direttore di Repubblica Fabrizio Molinari, i triestini Giovanna Botteri e Paolo Condò, ma anche Federica Sciarelli di Chi l'ha visto, il volto del Tg1 Emma D'Aquino, e ancora, Giorgio Zanchini e Giancarlo Loquenzi rispettivamente di "Radio Anch'io" e "Zapping", e Francesco Repice, la voce della nazionale di calcio campione d'Europa e molti altri indiscussi protagonisti dell'informazione contemporanea. 

Vaccini, ambiente e giovani

Spazio poi anche all'attualità con il Covid e la partecipazione del presidente dell'Agenzia Italiana per il Farmaco  Giorgio Palu’ e dello scienziato e accademico Mauro Giacca, membro di Academy of Medical Science e professore al King's College di Londra. Si parlerà dei vaccini, della terza dose, delle cure in arrivo contro il covid, ma anche dei vaccini come tramite per curare altre patologie, come il cuore infartuato. Un altro elemento che sta particolarmente a cuore degli organizzatori è rappresentato dalla sostenibilità e dalla volontà di lanciare un messaggio, cercando di parlare la loro lingua, alle giovani generazioni. Organizzato dalla Prandicom Comunicazione & Marketing e curato da Francesca Fresa (ed il coordinamento di Giovanni Marzini), il festival vuole coinvolgere i giovani attraverso una serie di iniziative dedicateai 20-29enni con l’obiettivo di coinvolgere il pubblico giovane in una dinamica di gamification che unisca i social media al mondo del giornalismo e dell’informazione.

Link to play: cos'è

La sezione si chiama LinkToPlay e si inserisce nel programma del Festival attraverso le Masterclass, momenti riservati a una ventina di under 30 che incontreranno i protagonisti dell’informazione per ascoltare aneddoti, curiosità e segreti del mestiere; e LinkByNight, dalle 22.00 in Piazza Unità, in una dinamica informale in cui l’ospite avrà modo di interagire con il pubblico attraverso una App dedicata e dove si potrà partecipare ad un quiz con quesiti che diventano spunti di approfondimento per il panel. A chiudere il cartellone di Link Festival 2021 sarà il focus dedicato alla ripresa, anche qui sostenibile, dello spettacolo, e in particolare della scintillante “industria” del cinema. Le produzioni finalmente hanno ripreso a girare, nel rispetto delle norme sanitarie e a Trieste si gira una delle fiction di maggiore successo delle ultime stagioni, “La porta rossa 3”, serie cult di Rai2. Sul palco della newsroom di Fincantieri andranno in scena anche due spettacoli che raccontano la storia di Rodolfo Maucci, direttore de Il Piccolo durante l'occupazione nazista della città di Trieste ed il grande legame di Pier Paolo Pasolini con il calcio. Rsipettivamente a firma di Pietro Spirito e Massimo Minella, le due serate si preannunciano come tra le più interessanti. 

Organizzatori

Promosso in partnership con Fincantieri, con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e la coorganizzazione del Comune di Trieste, con il sostegno inoltre della Fondazione CRTrieste, di Crédit Agricole Friuladria, sotto l’egida della FNSI e dell’Ordine dei Giornalisti. Mediapartner sono la RAI e il quotidiano Il Piccolo, entrambi con postazioni speciali per interviste, dirette e collegamenti. In conclusione, Link Festival sarà accessibile gratuitamente per tutti, dietro presentazione del green pass, con prenotazione obbligatoria per ogni singolo appuntamento presso gli sportelli Ticket Point a Trieste in Corso Italia, da lunedì a sabato (h. 8.30 – 12.30 e 15.30 – 19.00) e, da giovedì 2 settembre, per tutta la durata del festival, anche presso il desk Ticket Point all'ingresso della Fincantieri Newsroom, dove si potranno anche effettuare prenotazioni last minute per i posti ancora disponibili, 30 minuti prima dell’inizio di ogni incontro. Ulteriori informazioni e aggiornamentilinkfestival.it

A chiudere il cartellone di Link Festival 2021 sarà il focus dedicato alla ripresa sostenibile dello spettacolo, e in particolare della scintillante “industria” del cinema. Le produzioni finalmente hanno ripreso a girare, nel rispetto delle norme sanitarie e a Trieste si gira una delle fiction di maggiore successo delle ultime stagioni, “La porta rossa 3”, serie cult di Rai2. Ne parleranno, coordinati dalla giornalista Rai Marinella Chirico, i protagonisti Lino Guanciale e Valentina Romani, con il presidente della FVG Film Commission Federico Poillucci.

Dello sport, in una stagione estiva decisamente dorata per l’Italia che psicologicamente è già in ripresa fra le gloriose imprese degli Europei e le 40 medaglie olimpiche,  a Link Festival converseranno, venerdì alle 20, il giornalista del Corriere della Sera Fabrizio Roncone e il collega di Sky Sport e firma de La Repubblica, Paolo Condo’, insieme a Filippo Corsini, conduttore della storica trasmissione radiofonica Tutto il calcio minuto per minuto e Giorgia Cardinaletti, giornalista e inviata del TG1 a Tokyo. A moderare l’incontro, Giovanni Marzini, Direttore di IES Magazine che ha dedicato l’ultimo numero proprio allo sport Open Air e fresco autore di “Giocoviz”, un saggio ironico sulla psicologia nel tennis.   

LINK ON STAGE, VENERDI’ 3 E SABATO 4 SETTEMBRE SIPARIO ALLE 21.00 IN PIAZZA UNITA’

La passione, il tratto comune ai due eventi serali di Link Festival “Link on stage” in programma alle 21, coinvolgente declinazione scenica degli incontri del festival. La passione civile, innanzitutto, che ispira lo spettacolo di venerdì 3 settembre “Il direttore”, progettato e scritto dal giornalista e autore Pietro Spirito con l’attrice e autrice Elke Burul, che firma anche la regia dell’allestimento.  “Il direttore” ripercorre la vicenda realmente accaduta di Rodolfo Maucci, germanista e professore di liceo costretto dai nazisti ad assumere la direzione del quotidiano “Il Piccolo” di Trieste tra il gennaio 1944 e il maggio del 1945, negli anni dell’occupazione germanica della città. Maucci decise di attuare una sua personale e solitaria lotta di resistenza boicottando dall’interno il giornale da lui diretto. In scena il pubblico troverà Giovanni Boni, Adriano Giraldi, Leonardo Zannier, Lorenzo Zuffi ed Elke Burul. E sabato 4 settembre, in anteprima assoluta, “Con le ali ai piedi. Il calcio secondo Pier Paolo Pasolini”, la lettura scenica che il giornalista e scrittore Massimo Minella, firma de La Repubblica Genova, dedica al grande poeta di Casarsa Pier Paolo Pasolini, e alla sua grande passione, il calcio: Pasolini ne scriveva, lo seguiva da grande tifoso ma soprattutto amava giocarlo, sia nei campi di periferia, sia nei grandi stadi. Il tema viene affrontato anche con testimonianze dirette di chi è sceso in campo con lui.

LINK-TO-PLAY: UNDER 30 A TU PER TU CON IL GIORNALISMO, “GAMIFICATION” NEI LOCALI DI TRIESTE

Link 2021 per le nuove generazioni: parlerà ai giovani attraverso una serie di iniziative dedicateai 20-29enni con l’obiettivo di coinvolgere il pubblico giovane in una dinamica di gamification che unisca i social media al mondo del giornalismo e dell’informazione. LinkToPlay si inserisce nel programma del Festival attraverso le Masterclass, momenti riservati a una ventina di under 30 che incontreranno i protagonisti dell’informazione per ascoltare aneddoti, curiosità e segreti del mestiere; e LinkByNight, dalle 22.00 in Piazza Unità, in una dinamica informale in cui l’ospite avrà modo di interagire con il pubblico attraverso una App dedicata e dove si potrà partecipare ad un quiz con quesiti che diventano spunti di approfondimento per il panel.

LINK IN DIRETTA: NEI PROGRAMMI RAI, IN STREAMING SUL SITO DEL QUOTIDIANO IL PICCOLO

Saranno numerosissime le dirette dei programmi RAI dall’area dedicata nel Villaggio di Link Festival: a cominciare dai due Speciali programmati dalla sede regionale Rai per il Friuli Venezia Giulia sulle frequenze di Radio1 Rai FVG condotti da Gioia Meloni venerdì 3 e sabato 4 settembre, dalle 11.30 alle 12.30. E ci sarà Radio Anch’io, condotto da Giorgio Zanchini, su Radio1 Rai venerdì 3 settembre dalle 7.30 alle 9.30, e Zapping, condotto da Giancarlo Loquenzi, giovedì 2 e venerdì 3 settembre su Radio1 Rai dalle 18.30 alle 20.30.

Anche il quotidiano Il Piccolo avrà una postazione speciale dove proporrà interviste e momenti live sul sito ilpiccolo.it, che proporrà lo streaming live di tutti gli incontri di Link Festival 2021, per arrivare a un vasto pubblico, da qualsiasi latitudine.

Sul sito repubblica.it del quotidiano La Repubblica sarà in streaming live la Serata anteprima di giovedì 2 settembre, con la consegna del Premio FriulAdria Testimoni della Storia al Direttore Maurizio Molinari.

 LINK FESTIVAL: NO WOMAN NO PANEL!!

Anche quest’anno il Festival avrà un’attenzione speciale per il tema della parità di genere, confermando l’adesione a “No women, No panel” la campagna promossa dalla Commissione Europea che prevede la presenza di almeno una figura femminile per ogni incontro o convegno negli eventi programmati, in modo da sensibilizzare gli stakeholders e l’opinione pubblica in merito all’equilibro di genere nei panel ed eventi pubblici.

 Si rinnova anche per questa edizione la collaborazione tra Link e l’Ordine dei Giornalisti che ha inserito gli incontri del Festival nel calendario dei crediti formativi per i giornalisti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Link festival 2021: i grandi nomi del giornalismo tornano in piazza Unità dal 2 al 5 settembre

TriestePrima è in caricamento