Martedì, 16 Luglio 2024
Pomeriggio di tensione / Barriera Vecchia - Città Vecchia / Riva Tre Novembre

Lite tra bagnanti in costume e donne musulmane al Pedocin: ecco cos'è successo

Un pomeriggio di tensione in cui alcune frequentatrici dello stabilimento hanno avuto un diverbio con una famiglia di religione musulmana che faceva il bagno in mare con i vestiti addosso. Ancora caldo il tema del vestiario al mare dopo il caso Marina Julia. In seguito, un uomo si è sentito male ed è stato soccorso, e le guardie giurate sono state aggredite verbalmente mentre cercavano di tenere lontana la folla

TRIESTE - Ancora tensione sul tema del vestiario negli stabilimenti balneari, non più a Monfalcone ma a Trieste, più precisamente al Pedocin. Nel primo pomeriggio di oggi, infatti, si è innescata una lite verbale dai toni accesi tra alcune donne in costume e una famiglia di religione musulmana, che faceva il bagno in mare con i vestiti addosso (non con il burqini, ossia un costume da bagno in grado di coprire tutto il corpo). La notizia è rapidamente trapelata agli organi di stampa e sui social.

Stando a quanto appreso dalle testimonianze raccolte in loco, la disputa è stata abbastanza contenuta e avrebbe coinvolto non più di sei persone. Sarebbero state inizialmente le donne in costume a mettere in discussione l’abbigliamento delle donne musulmane e queste ultime, sentendosi minacciate, hanno chiamato le guardie giurate della STSeC, che sono intervenute a calmare gli animi.

Il problema sarebbe rientrato quindi in tempi brevi, tanto che diverse persone intervistate in loco non hanno notato quanto stava accadendo, o comunque non sono state turbate nel loro pomeriggio di relax. L’episodio è comunque indice di un nodo ancora “caldo”, dopo la polemica sorta attorno al caso Marina Julia. In questa fattispecie, il sindaco Cisint aveva manifestato l’intenzione di vietare, in futuro, il bagno con i vestiti.

Il seguito della giornata al Pedocin ha riservato purtroppo altri attimi di tensione: un uomo di 58anni si è sentito male mentre nuotava ed è stato soccorso con un principio di annegamento. Fortunatamente non sarebbe in pericolo di vita. Anche in questo caso le guardie giurate sono intervenute in ausilio del personale di salvamento e per lasciare campo libero al 118 e alla polizia locale. E’ stato infatti necessario, per la sorveglianza, arginare la folla che si accalcava a vedere l’accaduto, tanto che una persona ha anche aggredito verbalmente il personale. E’ stata quindi allertata la polizia locale in supporto alle guardie giurate. Sicuramente un pomeriggio ‘da dimenticare,’ mentre non accenna a cadere nell’oblio, almeno per il momento, il dibattito sui costumi da bagno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite tra bagnanti in costume e donne musulmane al Pedocin: ecco cos'è successo
TriestePrima è in caricamento