menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Intitolare uno spazio di Barcola a Claudio Martinuzzi": i Cinque Stelle lanciano la proposta

E' il consigliere della III Circoscrizione di Trieste, Walter Gasperi, a chiedere che la mozione votata nel 2018 ora incontri la sua realizzazione. Quest'anno il decennale della morte

"E' tempo di intitolare uno spazio del lungomare di Barcola a Claudio Martinuzzi, compianto campione del mondo di pesca subacquea". La proposta arriva dal consigliere circoscrizionale del Movimento Cinque Stelle di Trieste, Walter Gasperi. Prendendo spunto dal decimo anniversario della morte del triestino deceduto nel settembre del 2011, i grillini tornano sull'argomento dopo che "una mozione era già stata presentata nel 2018, votata dall'interno consiglio del III parlementino" e che da quella volta non ha mai prodotto nulla di concreto. 

"E' stato un grande campione di apnea e di pesca subacquea - scrive Gasperi -. Triestino, residente nel rione di Gretta, è stato il vincitore di innumerevoli titoli nazionali, internazionali, europei, mondiali ed e' diventato campione del mondo di pesca subacquea in Brasile nel 1981. Martinuzzi fu apneista di alto livello laureandosi campione italiano nel 1976, europeo nel '77 e nel '79. Considerato il lustro che ha dato alla nostra città con la sue leggendarie imprese si chiede nuovamente l'intitolazione alla memoria di Claudio Martinuzzi uno spazio del lungomare di Barcola come ad esempio il porticciolo, l'area tra la Società Nettuno e la casetta degli Amici del Bunker od altro sito adeguato". 

Chi era Claudio Martinuzzi: leggi l'articolo

Carattere difficile, Martinuzzi fu amato dai molti che lo frequentavano (la "mama" o "Mafalda", questi i soprannomi che nel tempo si era guadagnato ndr), e i racconti parlano di molte persone che approfittarono di lui. Nel 2018 a "Cajo" dedicammo un articolo (che si può leggere a questo link ndr), sottolineando alcuni aneddoti e storie al confine tra il leggendario ed il reale. "Il primo pesce che Claudio pescò fu grazie ad una forchetta, nello specchio di mare davanti alla spiaggetta del bagno Excelsior a Barcola" questo uno degli episodi che Martinuzzi condivideva spesso, come pure la storia del ciondolo costruito con un dente di squalo bianco legato alla catena d'oro che portava sempre al collo. Chissà cosa direbbe oggi, a leggere la proposta di intitolargli uno spazio a Barcola.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La ricetta della torta mimosa per festeggiare le donne

social

Nasa: arriva la prima foto panoramica di Marte

social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento