Muore a 42 anni istruttore di nuoto della Bianchi

Morto durante la notte Stefano Zollia, 42enne istruttore di nuoto della piscina Bianchi di Trieste che si trovava a Chianciano Terme (Siena) per accompagnare con altri istruttori di nuoto la squadra triestina per la gara nazionale "Propaganda"

Presunta causa della morte del giovane istruttore della squadra di nuoto della piscina Bianchi di Trieste, Stefano Zollia, 42 anni, un aneurisma che ha stroncato l'uomo durante il sonno. Inutili i soccorsi del 118 chiamati dai suoi colleghi che erano andati a svegliarlo senza ottenere risposta.

Si trovava a Chianciano Terme, procincia di Siena, per accompagnare la squadra di nuoto di Trieste alla manifestazione sportiva "Propaganda". 

La dirigenza della squadra e gli altri istruttori hanno deciso di ritirare la partecipazione degli atleti triestini alla manifestazione sportiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blocco totale in Regione, ecco l'ordinanza di chiusura

  • Coronavirus: un caso sospetto a Monfalcone, ma il test è negativo

  • L'allarme coronavirus tra ordinanze, dubbi e chiusure: tutti gli aggiornamenti in regione

  • Forti dolori addominali e in stato d'agitazione, 19enne intossicato finisce a Cattinara

  • Coronavirus, dichiarato lo stato d'emergenza in FVG

  • Emergenza Coronavirus, chiude l'Università di Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento