menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mamma soccorsa al Caffè degli Specchi: doppio riconoscimento per cameriere e amica in Comune (VIDEO)

Com'è stato per Walter Brumat, l'edicolante che ha "sventato" la rapina di via Roma, Donatella Giaschi e Carmine Brancaccio saranno premiati dal vicesindaco Pierpaolo Roberti per il loro intervento provvidenziale

"Trieste città di eroi". Potrebbe essere questo lo slogan del concorso "Inventa Trieste" lanciato dall'assessore Maurizio Bucci per promuovere la città. Infatti siamo già al terzo riconoscimento (questa volta doppio) che il Comune di Trieste, prima con lo stesso sindaco Roberto Dipiazza e poi con il suo vice Pierpaolo Roberti, hanno consegnato a dei cittadini che si sono distinti pr "gesta eroiche". 

Il primo era stato il giovane studente Alessandro Gallo che, sprezzante delle gelide acque del bacino San Giusto, si era lanciato in mare per soccorrere un uomo e riportarlo a riva dove c'erano ad aspettarli i sanitari giunti nel frattempo. Poi un mese fa l'edicolante maestro di arti marziali che ha "sventato" una rapina al negozio Benetton di via Roma dirarmando e immobilizzato il bandito in attesa della Polizia.

«Con riconoscenza per la prontezza dimostrata nel prestare i primi soccorsi ad una giovane mamma colpita da un malore mentre era con la sua bambina, praticandole il massaggio cardiaco che le ha salvato la vita nei minuti di attesa dell'ambulanza». Con questa motivazione il vicesindaco Pierpaolo Roberti ha ringraziato a nome dell'Amministrazione comunale di Trieste Donatella Giaschi e Carmine Brancaccio che, con il loro tempestivo ed efficace intervento, hanno contribuito a salvare la vita della giovane mamma che mercoledì primo marzo era stata colpita da un malore mentre stava con la figlioletta al Caffè degli Specchi in piazza Unità d'Italia.

La breve e significativa cerimonia, con la consegna dei due attestati civici su pergamena, si è svolta oggi (venerdì 10 marzo) nel salotto azzurro del palazzo comunale di Trieste. Questi due semplici attestati -ha spiegato il vicesindaco Roberti - «sono un piccolo gesto con cui l'Amministrazione comunale ha voluto ringraziarvi per quello che avete fatto, un riconoscimento per gesti importanti che possono fare la differenza».

«Persone come voi, che hanno avuto il coraggio d'intervenire, possono essere d'esempio per tanti altri concittadini, nella consapevolezza che è sempre meglio intervenire e dare una mano, nel miglior modo possibile». Nel corso dell'incontro Donatella Guaschi e Carmine Brancaccio hanno brevemente ricordato quegli “interminabili minuti”, confermando anche che ora la giovane mamma sta meglio.

Il vicesindaco Roberti ha sottolineato infine l'avvio da parte del Comune di Trieste di uno specifico progetto di formazione sulla rianimazione cardiopolmonare e sull'uso dei defibrillatori, che riguarderà il personale della Polizia locale, prevedendo anche il posizionamento di defibrillatori automatici nelle zone nevralgiche e più frequentate della nostra città.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Giro d'Italia 2021: tre le tappe in Friuli Venezia Giulia

Ristrutturare

Superbonus 110%: i lavori necessari per richiedere l'incentivo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento