Manutenzione dei climatizzatori: le 5 regole d'oro di Bluenergy Group

Bluenergy Group presenta la cinque regole e il nuovo servizio per la manutenzione dei climatizzatori sia in casa che al lavoro

Garantire salubrità e sicurezza dell’aria in casa e negli ambienti di lavoro: è questo l’obiettivo del nuovo servizio dedicato all’igienizzazione dei filtri dei climatizzatori e sistemi di aerazione centralizzati proposto da Bluenergy Group, multiutility friulana con sedi a Udine e Milano e presente in tutto il Nord Italia, che presenta anche il suo vademecum con le 5 regole d’oro per la corretta manutenzione degli impianti di climatizzazione. In una delicato momento di ripartenza delle attività produttive e commerciali nella Fase 2 dell’emergenza Coronavirus e con l’estate ormai alle porte, Bluenergy Group, attraverso l’expertise della propria società Bluenergy Assistance specializzata nella realizzazione di impianti termici e di condizionamento, amplia la propria offerta, lanciando un nuovo servizio di manutenzione e igienizzazione dei filtri dei climatizzatori e sistemi di aerazione centralizzati capace di assicurare una pulizia profonda della macchina. Un particolare servizio realizzato attraverso l’utilizzo di un apposito detergente P.M.C ad alta attività battericida realizzato con un principio attivo efficace anche contro virus incapsulati appartenenti alla famiglia dei coronaviridae, che permette di pulire e igienizzare impianti di ogni tipo e garantire la sicurezza di ambienti domestici, ristoranti, palestre, aziende e strutture pubbliche.

Le cinque regole di Bluenergy

La corretta manutenzione degli impianti di climatizzazione è sempre un intervento necessario per garantire la salubrità degli ambienti, e lo è ancor di più in questa particolare situazione di criticità dovuta alla pandemia da Covid 19, benché ad oggi non vi sia alcuna evidenza confermata della trasmissione del virus per via aerea. È per questo necessario effettuare tutti gli interventi preventivi utili a ridurre il rischio correlato a una non adeguata sanificazione e pulizia degli impianti prima del loro uso. Per questo Bluenergy Group ha stilato un vademecum con le 5 regole d’oro per il corretto uso e manutenzione degli impianti di condizionamento:

1. Provvedere sistematicamente prima dell’accessione, alla manutenzione dell’impianto di condizionamento per eliminare eventuali malfunzionamenti poco evidenti;

2. Pulire i filtri dell’aria perché si tratta del luogo dove si annidano frequentemente muffe e batteri dannosi per la salute, e controllare la tenuta del circuito del gas. Provvedere alla sostituzione dei filtri in caso di danneggiamento;

3. Per gli impianti di condizionamento multizona, utilizzati normalmente in grandi ambienti, pubblici e privati (uffici – palestre – teatri - mense etc.) è consigliabile prevedere la manutenzione e l’igienizzazione delle sezioni di scambio quali batterie calde e fredde, umidificazione ad acqua e batterie di post-riscaldamento, canalizzazioni di distribuzione aria e dello stato dei filtri ai vari livelli.

4. Igienizzare periodicamente i motori esterni, solitamente posizionati su balconi, terrazzi o a terra;

5. Sostituire le macchine più obsolete con impianti più efficienti: l’età media di un climatizzatore domestico si aggira intorno ai 10 anni. Una macchina con un’età superiore potrebbe essere dotata di gas refrigeranti inquinanti per l’ambiente e potrebbe non garantire performance efficienti che inciderebbero notevolmente sui consumi.
Una corretta manutenzione degli impianti, eseguita da personale tecnico specializzato, consente infatti di migliorarne l’efficienza energetica e di non rischiare di riempire gli ambienti con aria insalubre. È necessario perciò promuovere una cultura della manutenzione che permette di vivere gli ambienti domestici e lavorativi in sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Conte: "Se continuiamo così, in due settimane tutte le regioni saranno gialle"

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • Rapina da 195 mila euro a Pola, la fuga e l'arresto sul confine: in manette due poliziotti e un carabiniere

  • I migliori panifici di Trieste secondo il Gambero Rosso

  • Carenza di vitamina D: come riconoscerla e rischi per la salute

Torna su
TriestePrima è in caricamento