Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Manutenzione impianti sportivi: a Trieste accolte 16 domande su 24, oltre 470 mila euro di contributi

La presidente Serracchiani: «Un'assegnazione a bando per le manutenzioni - ha proseguito - che viene fatta per la prima volta in modo così corposo»

«Abbiamo attuato un importante lavoro di programmazione per la manutenzione ordinaria degli impianti sportivi in modo chiaro e trasparente; questo ha permesso di finanziare numerosi interventi principalmente di messa in sicurezza, messa a norma e di omologazione, su tutto il territorio».  

Lo ha affermato la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani illustrando, oggi in conferenza stampa, con l'assessore allo Sport, Gianni Torrenti, nella sede della Regione a Udine, il significativo intervento a favore dello sport che ha previsto oltre 4 milioni di euro per finanziare 119 domande, su 211 accolte, per interventi di manutenzione.

«Un'assegnazione a bando per le manutenzioni - ha proseguito - che viene fatta per la prima volta in modo così corposo: siamo davanti ad un vero e proprio programma di investimenti a favore degli impianti sportivi, non più a scelte rimesse alla buona volontà dei singoli. Siamo una regione sportiva che ha costruito molte strutture che ora necessitano di essere conservate». 

L'allocazione delle risorse è avventa in circa 8 mesi, come ha riferito Serracchiani, e ora l'auspicio è di poter incrementare le risorse con la Finanziaria 2017 per poter scorrere ancora un po' la graduatoria e predisporre, poi, un nuovo bando nel 2018.

Torrenti ha illustrato come l'operazione, unica in regione, sia nata nel novembre scorso con la pubblicazione della graduatoria riferita al bando per la concessione dei contributi regionali per lavori di ordinaria manutenzione di impianti sportivi: «un'operazione senza precedenti che rappresenta un salto di qualità: si tratta infatti di un bando trasparente, con criteri oggettivi e adeguatamente finanziato, considerato che lo stanziamento iniziale di circa 700.000,00 euro è stato successivamente implementato con l'ultimo assestamento straordinario di fine 2015 con ulteriori 2.000.000,00 di euro a cui sono state aggiunte, con la Finanziaria 2016, risorse pari a 431.405,08 euro e altre 871.156,51 con l'assestamento 2016, per un totale complessivo di 4.052.414,05 euro che ha permesso di finanziare 119 progetti». 

Serracchiani ha poi indicato l'allocazione delle risorse divise per provincia: 663.461,71 su quella di Gorizia che ha presentato 34 domande di cui accolte 21 , 686.370,59 su quella di Pordenone (37 domande di cui accolte 19), 472.296,77 su quella di Trieste (24 domande di cui accolte 16) e 2.230.284,99 sulla provincia di Udine dove insistono più impianti e il maggior numero di comuni con 114 istanze di cui accolte 63. 

«Questi impianti - ha ricordato la presidente - riguardano complessivamente 30mila atleti: un intervento quindi che tocca in modo forte una parte della nostra società regionale». Un'attività, secondo la presidente, che va dunque mantenuta proprio per il tessuto sociale del territorio, ricco di esperienze sportive sulle quali sono stati effettuati diversi investimenti non solo a livello impiantistico ma anche sulla cultura dello sport.

L'importanza dell'operazione potrà portare ulteriori ricadute positive, come ha sottolineato Torrenti: «queste risorse potranno incentivare ulteriori investimenti per circa 8 milioni di euro così come ha evidenziato il Coni».

Oltre a questi fondi, sono previsti 2 milioni di euro, già messi a bilancio, per attrezzature sportive e rifacimento del manto di quattro piste di atletica (Majano, San Vito al Tagliamento, Pordenone, Trieste)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manutenzione impianti sportivi: a Trieste accolte 16 domande su 24, oltre 470 mila euro di contributi

TriestePrima è in caricamento