Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Protesta a 70 metri d'altezza, Di Finizio è sull'Ursus da 11 giorni

Continua la protesta dell'imprenditore triestino che dalla sera del 22 maggio porta avanti la sua personale "battaglia". Una ventina di uomini sorvegliano a vista Di Finizio che non sembra intenzionato a scendere

 

Marcello Di Finizio sta portando avanti la sua personale "battaglia" dalla cima della gru Ursus da 11 giorni. L'imprenditore triestino e già titolare dello storico locale di Barcola "La Voce della luna" è salito a 70 metri d'altezza lo scorso 22 maggio, grazie ad un blitz effettuato poco dopo l'ora di cena. Di Finizio, che non è nuovo a proteste "dall'alto" - a Roma infatti si era arrampicato sulla basilica di San Pietro fino a raggiungere la cupola - non sembra avere nessuna intenzione di scendere. 

"Non morirò in silenzio", la "battaglia" di Di Finizio

"In un paese come questo - ha scritto in un post sulla sua pagina Facebook - i cittadini non hanno più strategie a disposizione, sono state tutte già sperimentate, adesso non ci restano che gesti disperati". Il giorno successivo alla "scalata" sempre Di Finizio aveva scritto "non morirò in silenzio", frase riportata all'interno del video che era stato pubblicato in questo articolo

La protesta

Di Finizio punta il dito contro la classe dirigente e ha chiesto a gran voce l'intervento del governo. La Voce della luna era andata a fuoco anni fa e per il rogo era stato condannato Serdo Dekovic, un operaio che aveva svolto alcuni lavori proprio per l'imprenditore triestino. Proprio dopo il rogo il sindaco Roberto Dipiazza aveva pensato a come aiutare Di Finizio, ma secondo l'ex titolare del locale, le promesse iniziali erano state disattese. 

Nel 2014 Di Finizio era salito sull'Ursus e c'era rimasto per ben 80 giorni. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TriestePrima è in caricamento