rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Marco Duriavig (SEL FVG): «Neofascismo va arrestato da tutte le istituzioni»

Nota di Marco Duriavig, Coordinatore regionale di SEL FVG

«Il neofascismo deve essere combattuto fermamente da tutte le istituzione e le forze democratiche del nostro Paese. Esprimo quindi, a nome di tutta Sinistra Ecologia Libertà del Friuli Venezia Giulia, un vivo ringraziamento al procuratore dell'Aquila Fausto Cardella ed al pubblico ministero Antonietta Picardi per l’attività investigativa svolta e che ha portato all’arresto di 31 persone di cui 3 nella nostra Regione». Lo rende noto Marco Duriavig, Coordinatore regionale di SEL FVG».

«E’ inquietante sentire le intercettazioni degli arrestati che prospettano di uccidere 10, 11 persone contemporaneamente per generare un’ondata di violenza in grado di destabilizzare l’intero Paese. Il richiamo ai linguaggi ed alle pratiche del terrorismo nero appainono evidenti, così come l’ideologia politica che ispira questi terroristi, con l'esplicita speranza di costituire un nuovo fascismo».

«Nonostante quello che la storia dei popoli europei  - continua Duviarig - ci abbia insegnato nel 900, purtroppo oggi alcuni neofascisti vorrebbero riproporre le solite violente e repressive forme di governo. Questo ci ricorda quanto sia fondamentale non abbassare mai la guardia, esercitando sempre la pratica della memoria storica e ricordando l’importanza delle radici antifasciste del nostro Paese.

Risulta quindi fondamentale l’attività delle istituzioni e delle forze dell’ordine nell’agire sempre per contrastare anche le più piccole forme di diffusione dell’ideologia fascista, dagli stadi alle scuole, dalle periferie alle Università, dalle dichiarazioni di alcuni politici ai post pubblicati sui social network. Soprattutto oggi che alcuni fenomeni sembrano rinvigorirsi con il perdurare della crisi economica».

».Il fenomeno del neofascismo organizzato - conclude Duviarig - , infatti, è purtroppo in aumento, come dimostrano questi ultimi arresti. Bisogna quindi unire le forze e non sottovalutare il fenomeno da subito, agendo con determinazione ad ogni livello. Il nostro territorio regionale, in particolare, per la sua storia e la sua dimensione di terra di confine, va quindi particolarmente monitorato e salvaguardato ribadendo ad ogni occasione i principi fondativi antifascisti della Repubblica Italiana».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marco Duriavig (SEL FVG): «Neofascismo va arrestato da tutte le istituzioni»

TriestePrima è in caricamento