Trieste dice addio a "Pinky" de Banfield, una vita spesa ad aiutare gli anziani

La fondatrice dell'omonima associazione creata nel 1988 in memoria del padre si è spenta questa notte. A darne notizia la stessa fondazione. "Ci mancherà tantissimo"

Maria Luisa de Banfield detta Pinky, fondatrice dell'omonima associazione nata nel 1988 per sostenere e ascoltare le persone anziane non autosufficienti, non c'è più. A darne notizia ai suoi sostenitori è stata oggi pomeriggio la stessa storica associazione. "Per trent'anni è stata la mente ed il cuore dell'associazione, infondendoci la sua grande energia. E' un giorno davvero triste per tutti, ma lei ci ha donato un sogno, facciamo in modo che continui". 

L'associazione

La storica fondazione creata in memoria del padre era stata messa in piedi da Maria Luisa e Raffaello de Banfield. Avevano voluto trasformare la loro esperienza di cura accanto al padre ultranovantenne in un impegno quotidiano aperto alla città di Trieste e, soprattutto, completamente gratuito. Nei primi 20 anni di attività, l'associazione si è presa cura di più di 10 mila persone, con uno staff che oggi comprende 15 operatori professionali e 70 volontari con formazione specifica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento