Intervento dei carabinieri per un incendio, scoprono una piantagione di marijuana

E' successo il 29 giugno scorso e a finire nei guai è stato un 54enne triestino residente a Borgo San Sergio. Sequestrati oltre 400 grammi di erba

Nel pomeriggio di lunedì 29 giugno, i Carabinieri di Trieste hanno arrestato un 54enne triestino, nella flagranza del reato di produzione e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. Nello specifico, i militari sono intervenuti con i Vigili del Fuoco presso un’abitazione del rione Borgo San Sergio, per un principio di incendio in atto. 

Nel corso del sopralluogo, però, i Carabinieri hanno scoperto la presenza nell’abitazione di una coltivazione di marijuana, organizzata ad hoc con un rudimentale ma efficiente impianto di illuminazione e ventilazione, comprensivo di un tubo per il ricircolo dell’aria. Sotto le lampade, trovate accese, c’erano nove piante di marijuana. I militari hanno quindi operato una minuziosa perquisizione domiciliare, rinvenendo ulteriori 410 grammi della medesima sostanza, materiale da taglio e confezionamento, oltre ad un bilancino di precisione.    

L’uomo è stato perciò dichiarato in stato di arresto e sottoposto al regime degli arresti domiciliari, secondo le prescrizioni del Pubblico Ministero di turno presso la Procura della Repubblica di Trieste, immediatamente informato. Il successivo 1° luglio, il Giudice per le indagini preliminari ha convalidato l’arresto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina da 195 mila euro a Pola, la fuga e l'arresto sul confine: in manette due poliziotti e un carabiniere

  • Conte: "Se continuiamo così, in due settimane tutte le regioni saranno gialle"

  • Il Friuli Venezia Giulia torna in zona gialla

  • Vietati spostamenti tra regioni, ecco il nuovo Dpcm: cosa cambia

  • Carenza di vitamina D: come riconoscerla e rischi per la salute

  • I migliori panifici di Trieste secondo il Gambero Rosso

Torna su
TriestePrima è in caricamento