Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Lo yacht della Marina Militare "Orsa Maggiore" a Trieste (FOTO)

Una visita a bordo dell'imbarcazione a vela più grande della Marina Militare, che in passato ha fatto due volte il giro del mondo. La nave scuola ha fatto ora tappa a Trieste per la campagna estiva degli allievi ufficiali. Il comandante Cuomo: "Fortissimo legame della Marina Militare con la città"

È salpato stamattina dal molo della Capitaneria di porto di Trieste lo yacht da regata della Marina Militare “Orsa Maggiore”, che funge da piattaforma di addestramento per i giovani ufficiali dell'accademia di Livorno. Si tratta dell'imbarcazione a vela più grande della Marina Militare, misura 28 metri di lunghezza, pesa circa 60 tonnellate ed è in grado di solcare gli oceani e fare il periplo del mondo. È stata varata nel 1994 e, come rileva il comandante Claudio Cuomo, (che proprio ieri è subentrato in servizio al predecessore Capitano di fregata Marco Zanet) “la barca ha fatto due giri del mondo ed è fatta per resistere ai venti e alle acque oceaniche, può rimanere anche per 10 giorni in mare aperto senza rifornirsi. Grazie alle sue dimensioni può approdare anche in porti più piccoli di quello di Trieste, in modo da portare la tradizione marinaresca della Marina Militare anche dove le altre navi scuola più grandi (ad esempio la Palinuro o la Vespucci) non possono arrivare”.

Nell'Orsa Maggiore i giovani ufficiali vengono formati all'arte della navigazione e alla conoscenza del mare. “Abbiamo a bordo – spiega ancora il comandante Cuomo - nove ufficiali aspiranti guardiamarina del terzo anno più un ufficiale del quarto, e otto membri dell'equipaggio fisso. Solitamente siamo in 18 a bordo e, per gli allievi,condividere gli spazi ristretti è un esercizio volto ad affermare il proprio ruolo e la propria identità. Qui veleggiamo in tutte le condizioni di vento e di mare e tutti siamo soggetti ai turni di guardia, che comprendono anche il rassetto degli spazi e la cottura dei cibi”.

Un giorno sulla Vespucci: i racconti di bordo e i VIDEO

La nave si trova a Trieste nell'ambito della campagna estiva degli ufficiali di accademia, che hanno avuto modo in questi giorni di visitare il sacrario di Redipuglia, per rendere omaggio alle vittime storiche della loro mansione. “Quella a Trieste è una sosta per noi importante – spiega il comandante – due anni fa questa barca ha partecipato alla Barcolana classificandosi terza, e anche il Vespucci è sentito fortemente in questa città, sarà di ritorno qui anche per l'imminente Barcolana. La città è molto affezionata alla Marina Militare, sono sempre in moltissimi i visitatori che riceviamo, soprattutto giovani e molti bambini”.

Il comandante Claudio Cuomo arriva da Roma, dove prestava servizio per il Comando Operativo di Vertice Interforze, è già stato a capo di imbarcazioni a vela, tra cui il Corsaro Secondo, che è stato comandato anche da Agostino Straulino (già storico comandante dell'Amerigo Vespucci, originario di Lussinpiccolo). Nell'accomiatarsi dopo la visita, Cuomo ci tiene a precisare che “la funzione di questa barca è importante perché consente un'estrema vicinanza al mare per l'addestramento degli ufficiali. Non solo nel senso di prossimità vista l'altezza, ma per il fatto che qui si può vivere il mare a 360 gradi, un'immersione completa nell'ambiente principale su cui si ritroveranno a lavorare (le cosiddette “navi grigie” da combattimento). Qui si diventa marinai, solo dopo aver imparato l'arte marinaresca si può passare all'arte del comando”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo yacht della Marina Militare "Orsa Maggiore" a Trieste (FOTO)

TriestePrima è in caricamento