rotate-mobile

Suicidio assistito, c'è un nuovo caso in Fvg: triestina diffida l'azienda sanitaria

A rivelarlo è stata, attraverso la pubblicazione di un video sui social, l'associazione Luca Coscioni. La donna è una quarantanovenne del capoluogo regionale. "Vorrei morire col sorriso sul viso, nel Paese dove ho scelto di vivere, e dove ho pagato le tasse"

TRIESTE - Martina Oppelli, quarantanovenne triestina affetta da 21 anni da sclerosi multipla ha diffidato l'Azienda sanitaria universitaria giuliano isontina dopo il diniego ad accedere al suicido assistito, come riferito dall'associazione Luca Coscioni. Lo riporta l'Ansa. La stessa associazione ha quindi diffuso un video dove la triestina racconta il calvario che da anni è costretta a vivere. TriestePrima pubblica integralmente il video. 

Video popolari

TriestePrima è in caricamento