Mascherina sui bus, multa di 533 euro per chi non la indossa

I controlli, che sono in corso anche in questi giorni, sono a carico delle forze di polizia e del corpo della Polizia locale

Foto Aiello

Multa di 530,30 euro,ridotti a 373,30 euro se la sanzione è pagata entro il quinto giorno, per chi è senza mascherina. I controlli, che sono in corso anche in questi giorni, sono a carico delle forze di polizia e del corpo della Polizia locale. Come le stesse norme nazionali e regionali osservano, non essendo percorribile l’ipotesi di controllare le diverse migliaia di corse svolte ogni giorno da Tpl Fvg, sono essenziali la responsabilità e il buon senso di ciascuno: indossare la mascherina a bordo è non solo un obbligo giuridico ma, prima ancora, un gesto di rispetto per la salute altrui (soprattutto verso le persone più fragili). Sono esentati dall’obbligo della mascherina i bambini di età inferiore ai sei anni, le persone con disabilità e i conducenti dei servizi di linea.

Al momento rimane inibito l’uso della porta anteriore degli autobus. Non possono inoltre fruire del servizio di trasporto pubblico le persone che dovessero manifestare sintomi di influenza o di infezioni respiratorie acute, con tosse e raffreddore. La mascherina va indossata anche nelle autostazioni, nelle biglietterie e, nel caso non fosse possibile rispettare il distanziamento sociale, alle fermate. L'ordinanza che obbliga i passeggeri all'uso della mascherina è prorogata al 31 luglio.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trieste usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • Dinner cancelling: come funziona la dieta seguita da Fiorello per dimagrire

  • Caffè, asporto e consumo su suolo pubblico: i chiarimenti sull'ordinanza

  • La Regione valuta la stretta: nel mirino il caffè fuori dai bar e le cene tra amici

Torna su
TriestePrima è in caricamento