rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca

Chiuso ennesimo centro massaggi, l'indagine sulla prostituzione si allarga

La Squadra Mobile ha condotto l'operazione coordinata dalla Procura. Trovati ingenti somme di denaro derivanti, suppongono gli investigatori, dall'attività di sfruttamento della prostituzione

Terzo centro massaggi sequestrato in pochi mesi. Si allarga il filone d'indagine della Procura per far luce sui proventi illeciti provenienti dalla gestione di attività di prostituzione. Le vittime di quello che la magistratura definisce "un indegno sfruttamento che assomiglia ad una sorta di schiavitù" sono tutte di nazionalità cinese, come pure la titolare del centro massaggi (L.L. del 1970 ndr) alla quale è stata sequestrata una cospicua somma di denaro che gli investigatori ritengono frutto dell'attività illecita. Una perquisizione è stata effettuata anche presso le abitazioni dei soggetti coinvolti. 

L'operazione è stata condotta dalla Squadra Mobile della questura giuliana. Il titolare del procedimento è il pubblico ministero Federico Frezza. Il nuovo decreto sulla presunzione di innocenza non permette di conoscere il nome del centro coinvolto nell'indagine. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiuso ennesimo centro massaggi, l'indagine sulla prostituzione si allarga

TriestePrima è in caricamento